HOME PAGE

scarica il CALENDARIO SPORTIVO 2017

   

MANIFESTAZIONI

    PROGETTO GIOVANI - MEETING UNDER 18  
    appuntamento a CIAMPINO il 23,24 settembre 2017  
     


Progetto giovani “ Formiano giovani vespisti “

Buon giorno a tutti,
il Vespa Club d’Italia e la Direzione Sportiva , dopo aver varato nella stagione 2016 i Campionati Sportivi per gli Under 18, vogliono ulteriormente promuovere le attività giovanili effettuando un meeting per Giovani Under 18 in occasione del  Campionato Italiano Gimkana che si svolgerà  a Ciampino (Roma) il 24 settembre prossimo. Il meeting prevede al sabato una parte teorica ed una parte pratica e la domenica la partecipazione al Campionato Italiano di Gimkana.
Questo sarà un importante momento per i nostri giovanissimi vespisti da diverse parti d’Italia di incontrarsi e socializzare, scambiandosi idee ed esperienze che possano far crescere in primo luogo loro stessi, ma anche tutto il nostro mondo sportivo in Vespa.

La convocazione è dedicata agli Under 18 che hanno già effettuato prove di Gimkana ma anche a principianti che vogliono conoscere o intraprendere la specialità. Chi non ha il proprio mezzo potrà usare delle Vespa saranno messe a disposizione per i partecipanti. La condizione è che i giovani siano soci del Vespa Club d’Italia tramite un Club affiliato. Il meeting è riservato a circa 25/30 ragazzi e ragazze. La priorità di adesione sarà stabilita dalla data di invio del modulo.

La partecipazione per gli Under 18 è gratuita in quanto saranno a carico del Vespa Club d’Italia: il corso teorico/pratico, il pranzo, la cena ed il pernottamento di sabato 23 settembre. Si valuterà inoltre anche la possibilità di ospitalità per la sera e la notte di venerdì 22 settembre per chi arriva da molto distante. 
Il viaggio sarà a carico dei partecipanti ed anche l’iscrizione al Campionato Italiano.
Credendo che l’occasione sia veramente invitante per i nostri figli e nipoti, sia per quelli dei nostri amici e soci vespisti, chiediamo a tutti di esortare questi giovani alla partecipazione

In allegato i moduli di adesione ed il programma del meeting, le adesioni dovranno essere inviate alla mail
direzionesportiva@vespaclubditalia.it entro il 15 agosto 2017.
Restiamo a disposizione per qualsiasi informazione e richiesta al 338 9384165 ed alla mail sopra indicata.

Tutto il meeting si terrà presso l’Hotel Palacavicchi Alta Quota, dove è stata stipulata una convenzione anche per accompagnatori e partecipanti al Campionato Italiano di Gimkana con questi prezzi: camera doppia con prima colazione 55.00 €, pranzo o cena 18.00 €. 
Le prenotazioni per partecipanti e accompagnatori dovranno essere richieste direttamente all’Hotel.

HOTEL PALACAVICCHI ALTA QUOTA ROMA
Via di Ciampino, 70 – 00178 Roma
Tel. +39 067934210 – Fax +39 0679341556
info@hotelpalacavicchi.com
www.hotelpalacavicchi.com


Saluti a tutti

Pilati Leonardo
DIRETTORE SPORTIVO 
VESPA CLUB D’ITALIA

 

 
         
    4a PROVA CAMPIONATO CALABRESE GIMKANA 2017  
    REGGIO CALABRIA - 10 settembre 2017  
     

 

Nella consueta location  di Piazza del Popolo, già palcoscenico di Gimkane vespistiche sin dagli anni '50, in una bellissima giornata soleggiata si è brillantemente conclusa la IV ed ultima tappa del Campionato Calabrese di Gimkana.
Su un circuito sinuoso e ricco di ostacoli si sono sfidati tutti i big calabresi della specialità che hanno fatto divertire ed entusiasmare il pubblico presente sui gradoni della piazza. Non sono mancati neofiti della specialità che hanno voluto provare l'emozione e percepire l'adrenalina che solo partecipare ad una Gimkana in Vespa può riservarti.
Alle 13 30 tutti al ristorante dove, tra una portata e l'altra, si sono svolte le festanti premiazioni. 
Per la cronaca, la categoria Small è stata vinta da Giuseppe D'Aloi (Karaco) del Vespa Club Nicotera  che si conferma campione regionale della categoria, seguito a brevissima distanza da Renato La Cava del Vespa Club Florense  e Vincenzo Francica del Vespa Club Nicotera.
La categoria Large se l'aggiudica Fabio Allevato del Vespa Club Florense e si aggiudica anche il Campionato Regionale di Categoria,  secondo posto per Domenico Rachele del Vespa Club Rosarno e terzo Carmine Zappia, Presidente del Vespa Club Nicotera.
Nicotera si conferma la migliore Squadra, davanti a quella del Vespa Club Florense ed a Reggio Calabria.

Il Presidente del Vespa Club Reggio Calabria Vincenzo Vitrioli ringrazia e si congratula con tutti i partecipanti per la sportività e correttezza dimostrata,  dando  appuntamento al 2018 per un nuovo avvincente Campionato.

 

 
         
    12a PROVA COPPA ITALIA GIMKANA 2017  
    ROVIGO - 10 settembre 2017  
     

 

Forse è capitata proprio al Vespa Club Rovigo ed a molte altre manifestazioni programmate per domenica 10 settembre la prima giornata autunnale del 2017. I validi organizzatori del Rovigo, dopo una serata passata a tracciare il percorso se lo sono visti cancellare dalla copiosa pioggia caduta durante la notte. Armati di gessi anti acqua, alla mattina presto, erano già sul percorso che è stato recuperato e la manifestazione di Coppa Italia di Gimkana ha così potuto svolgersi nel migliore dei modi, anche perché alla fine Giove Pluvio ha concesso una tregua per quasi tutta la manifestazione.
Come nei due anni scorsi la manifestazione non si è svolta nel centro della città che ha sempre consentito grande visibilità al mondo gimkana Vespa ma anche disturbato il quieto vivere del centro storico, ma al centro commerciale La Fattoria, che per contro offre buoni acquisto agli iscritti, spazi per percorso, prove e parcheggi illimitati. Insomma un cambio alla pari con valori diversi ma quello che rimane è la passione degli organizzatori che si fanno in quattro per accontentare i piloti presenti.
Giunti ormai a fine Campionato è solo grazie al gioco degli scarti che alcune classifiche finali non sono ancora decise, nella categoria Expert molto magra in tutte le manifestazioni quest’anno si vedono di nuovo Adriano Brunelli e Leonardo Pilati che finiscono nell’ordine dietro a Stefano Miani ma con Brunelli che vince la seconda manche, peccato che il forte pilota veronese non partecipi più spesso, per il campionato nessun dubbio su Miani vincente.
Nella categoria Under 18 è primo Fabrizio Donini grazie ad una stupenda prima manche che gli da una grossa soddisfazione, secondo Stefano Pesciuttini che con una vittoria di manche mette decisamente in saccoccia la Coppa Italia, terzo posto per Federico Pascucci.
Nella Promo la famiglia Donini fa il bis con Stefano ma che lascia la seconda manche a Fabio Sanbuco, alla fine secondo, e lascia quasi definitivamente tutte le velleità di vittoria finale proprio al giovane Fabio, terzo gradino del podio per Stefano Salaroli.
La Px stavolta ha sfatato il mito del primo pilota che ha vinto due volte la Coppa nella categoria, doveva succedere perché i due contendenti l’avevano già vinta in passato, il prescelto è Fabrizio Oliosi che vince a Rovigo e la Coppa Italia davanti a Benito Signori il suo presidente del Sirmione, terzo Stefano Giorgi.
La Squadre è ancora in corsa per la Coppa che ma l’ago della bilancia pende pesantemente verso Todi, anche se a Rovigo vince il San Mauro Pascoli davanti al Castelfranco Emilia e terzo proprio Todi.

 

 
         
    TRENTO-BONDONE 2017
5a PROVA CAMPIONATO TRIVENETO REGOLARITA' 2017
 
    TRENTO - 3 settembre 2017  
     

 

La più classica e affascinante delle gare in salita che si svolgevano in Europa, la Trento Bondone, da oltre 20 anni si è trasformata in rievocazione storica di Regolarità e le Vespa sono da quel momento sono diventate protagoniste. In questi anni sui tornanti della Bondone, si sono avvicendate le migliori Vespa da Corsa che la Piaggio ha costruito, la rossa 98 Corsa, la 125 Circuito carenata, la 125 Sport e le mitiche Sei Giorni. Con l’allungamento del percorso a un centinaio di chilometri, e con le prove speciali multiple, applicate negli ultimi anni, queste vetuste Vespa hanno però disdetto l’appuntamento. Sono rimaste quindi le Vespa moderne che si contendono la categoria Scooter nel Campionato Italiano Motoraid FMI ed il Campionato Triveneto di Regolarità, proposto in questa occasione dal Vespa Club Rovereto che alla fine non fa premiazioni di classifica, ma riconoscimenti ai vespisti donando il modellino in bronzo della Campana della Pace, simbolo della città trentina.
Bellissimo il percorso di questa edizione 2017 con la classica salita al Vason e le prove speciali al parcheggio delle Rocce Rosse dove la vista sulla Paganella e sulle Torri del Brenta è sempre di particolare effetto. Discesa difficile verso Garniga Terme fino ad Aldeno e poi passaggio sulla strada dei “pomi”, così chiamate le mele in dialetto, giunte ormai a maturazione. Nuova risalita per la valle di Vattaro a fianco della Vigolana, ed allo scollinamento la eccezionale vista sulla Valsugana ed i suoi laghi di Caldonazzo e Levico, ed anche quello piccolo di Canzolino dopo aver visto boschi  prati e castelli. Infine la discesa dalla vecchia strada dei Forti sopra Trento ed il ritorno all’aereoporto, da tre anni sede di arrivo e partenza della manifestazione.
Per le classifiche nella Categoria Expert troviamo al primo posto Fabio Agnolin del Rovereto, Campione Italiano uscente che a fine mese dovrà difendere il titolo a Milano, secondo posto per Emanuele Gobbato che sta dando delle grosse soddisfazioni al suo Club friulano di Aviano e terzo Leonardo Pilati.
Nella categoria Promo vince Gianluca Zandonà delle Vespe Padane, anche se per la manifestazione FMI risulta iscritto con Jesolo, dietro di lui Franco Possamai del Jesolo, terzo Ettore Braghini del Rovereto che vince il Campionato nella categoria davanti a Massimiliano Palmieri del Vespa Club Aviano.

 

 
         
    9a PROVA CAMPIONATO ITALIANO RIEVOCAZIONI STORICHE 2017  
    BOLOGNA - 9 settembre 2017  
     

 

Chi non si ricorda quel grande appassionato di motori e grande vespista, con due baffoni e quella parlata bolognese che lo contraddistingueva. Purtroppo tutto giunge al temine ed anche Renato Belletti, per anni Presidente del Vespa Club Bologna, qualche tempo fa è giunto a miglior vita. Ma si vede che bene aveva seminato in quanto gli attuali dirigenti del Vespa Club Bologna, con una idea partita già l’anno scorso, hanno voluto ricordarlo dedicandogli una rievocazione storica, tipologia di manifestazione che a lui piaceva e dove non era raro vederlo alla partenza, sia con Vespa che con altre moto.
La manifestazione si è svolta sabato 9 settembre con partenza dal piazzale Atleti Azzurri d’Italia, una zona un po’ periferica del capoluogo emiliano che ben si è prestata per l’arrivo della cinquantina di partecipanti. Dopo il primo controllo orario giro di trasferimento sulle colline del Parco Cavaioni, un polmone verde che è uno dei più estesi della collina bolognese, alterna al suo interno boschi e prati coltivati ed offre al visitatore gradevoli passeggiate e soste sull’erba. Il nome deriva dalla parola bolognese Cavajon che significa l’ammasso di covoni e ricorda la passata destinazione delle coltivazioni. I vespisti ben si sono trovati sulle strade e sui tornanti del parco, favoriti anche dalle condizioni meteo, con tempo di fine estate, ne troppo caldo ne troppo freddo ma con una lieve minaccia di pioggia, rimasta poi tale.
La manifestazione era anche valida come seconda prova del neo nato Campionato Emiliano Romagnolo di regolarità ed uno dei piloti locali è stato il migliore in assoluto, Roberto Orlandini del Vespa Club Montecchio Emilia, con zero penalità, evento che si era verificato una sola volta quest’anno. Orlandini vince quindi la categoria Vintage davanti a Martin Schifferegger del Rovereto, ormai papabile vincitore finale ed a Domenico Iembo del Mantova.
Nella categoria Storico primo posto per Luca Coriani del Montecchio Emilia con una sola penalità, secondo posto per Matteo Thomas Peruzzi dell’Arezzo e terzo per Ettore Braghini del Rovereto, che assieme a Norbis del Chiari si stanno contendendo il primo posto nella classifica finale.
Nella Categoria GS vince Giancarlo Giubelli del Mantova che possiamo ipotizzare vincitore finale della categoria, secondo posto per Antonio Iembo del Mantova e terzo per Roberto Cicognani del San Giorgio. Nella Expert davanti a tutti Fabio Agnolin del Rovereto, secondo posto per Flavio Scatola e  terzo per Gabriele Cagni entrambi del Montecchio Emilia, non ancora deciso il vincitore finale di questa categoria che si svelerà solo alle prossime manifestazioni.
La Squadre è vinta dal Montecchio Emilia con uno dei punteggi più bassi mai conseguiti, secondo posto per Rovereto e terzo per Mantova, ormai gli unici due Club a contendersi la vittoria finale.

 

 
         
    8a PROVA CAMPIONATO ITALIANO RIEVOCAZIONI STORICHE 2017  
    MONTECCHIO EMILIA - 27 agosto 2017  
     

 

Lasciate le ferie alle spalle riprende l’attività sportiva in Vespa anche se a dire il vero non c’è stata una grande fermata ma solo un piccolo rallentamento. La regolarità, nella forma Campionato Storico si è ritrovata domenica 27 agosto a Montecchio Emilia per la ottava prova annuale. A dire il vero la manifestazione era programmata in altro luogo ed altra regione, per l’appunto nel Veneto, ma per sopraggiunti problemi organizzativi è stata disdetta ed il generoso Vespa Club Montecchio Emilia se la è accollata, organizzandola magistralmente nello stesso giorno programmato. Questa circostanza ha fatto in modo che sia varato il primo Campionato Regionale di Regolarità dell’Emilia Romagna, che è stato degnamente partecipato da diversi Club regionali.
La giornata è stata caratterizzata dal caldo eccezionale di questo fine agosto, ma si sa che per andare in Vespa è decisamente meglio il bel tempo, quindi nessun problema per il caldo, semmai i problemi ci sono stati per chi ha cercato di passare a “zero” penalità dai tre controlli orari, classici delle prova di questo Campionato. Qualcuno c’è naturalmente riuscito, ma nessuno è stato capace di ottenerne tre per cui la vittoria assoluta è andata ad Angelo Pellizzato del Vespa Club Mantova, unico a conseguire un solo errore. Questa performance gli è valsa anche la vittoria nella Categoria Expert davanti a Gabriele Cagni del Montecchio Emilia ed a Cristian Meneghelli del Mantova.
Nella categoria Storico vince Ettore Braghini del Rovereto che passa in testa al Campionato e rinverdisce gli scontri con i diretti avversari: Maurizio Norbis del Chiari in questa occasione secondo, e Matteo Thomas Peruzzi dell’Arezzo terzo. Nella GS vince Giancarlo Giubelli del Mantova che si porta in testa alla classifica parziale, davanti a Moretti Alessandro dell’Arezzo e Antonio Iembo del Mantova. Nella numerosa Vintage si impone Simone Ardolfi del Chiari, alla sua prima vittoria in manifestazioni nazionali, grazie alla maggiore età della Vespa rispetto a Martin Schifferegger del Rovereto, al quale questo secondo posto che gli vale comunque la testa del Campionato, terzo posto per Domenico Iembo del Mantova.
Nella Squadre vittoria di misura per il Vespa Club Mantova davanti al Vespa Club Rovereto ed al Vespa Club Chiari, i partecipanti delle quali si sono aggiudicati oltre alle medaglie anche lambrusco e grana, ottime specialità locali.

 

 
         
    12a PROVA COPPA ITALIA GIMKANA 2017  
    VILLEFRANCHE DI QUART (AO) - 6 agosto 2017  
     

 

La Coppa Italia di Gimkana tocca la Valle d’Aosta nella sua 12° tappa, nella frazione di Villefranche di Quart a pochi Km da Aosta, domenica 6 agosto si sono sfidati gli appassionati di questa specialità giunti da diverse parti d’Italia.
Il percorso preparato dal Presidente del Vespa Club Saint Vincent era ubicato in un isolato parcheggio dove purtroppo non era presente pubblico, su richiesta di tutti i piloti presenti prima della partenza sono stati eliminati alcuni ostacoli ritenuti non idonei al regolamento in vigore.
La categoria Px è stata dominata da Fabrizio Oliosi del Sirmione che rosicchia punti preziosi nella classifica generale di Coppa a Benito Signori giunto secondo, mentre terzo è Alessandro Lanari del Todi. La categoria Under 18 vede la vittoria di Stefano Presciuttini del Todi che rafforza il suo primato in campionato, secondo il giovane Ivan Agosti del Chiari e terzo Federico Pascucci sempre del Todi.
Più combattuta e contesa la categoria Promo, alla fine la spunta Claudio Forno del Biella alla sua prima vittoria in Coppa, che supera di due decimi Marco Marini del Chiari, terzo il sirmionese Luigi Mastantuono. Nella categoria Squadre vince Sirmione, che si porta in testa nella classifica generale, secondo Chiari e terzo Todi.
Purtroppo la gestione della manifestazione è risultata non all’altezza dello standard attuale, causa alcune incomprensioni nell’applicazione dei regolamenti, generando numerose polemiche e discussioni nei giorni successivi, a cui il mondo della gimkana non è abituato.
Attendiamo ora gli ultimi appuntamenti di Coppa anche perché in tutte le categorie la lotta per il podio finale è ancora ampiamente aperta, cosa che li renderà frizzanti ed avvincenti.

Benito Signori

 

 
         
    7a PROVA CAMPIONATO ITALIANO RIEVOCAZIONI STORICHE 2017  
    CARBONIA - 8 luglio 2017  
     


In Sardegna la settima prova del campionato Italiano Rievocazioni Storiche, la cornice è stata quella del Sulcis-Iglesiente, nel sud ovest dell’isola dove risiede uno dei Club locali più attivi, il Vespa Club Carbonia. La manifestazione svoltasi in periodo di ferie ha coinvolto non solo i piloti locali impegnati nel loro Campionato Regionale ma anche qualche pilota proveniente dal continente. Nello specifico erano presenti rappresentanti del Vespa Club Reggio Calabria, del Vespa Club Arezzo, del Vespa Club Macerata e del Vespa Club Rovereto. Per loro nessun premio di classifica ma la soddisfazione del risultato, dei relativi punti conseguiti e soprattutto la consapevolezza di aver partecipato ad un vero e proprio spettacolo della natura. Il suggestivo giro dell’Isola di Sant’Antioco al tramonto ha permesso a tutti di costeggiare spiagge e calette smeraldo con scorci di mare da rimanere senza fiato, fino ad inoltrarsi all’interno dove li ha accolti un percorso sterrato insidioso ed una natura selvaggia e rocciosa a fare da cornice.
Una trentina i partecipanti totali che si sono cimentati oltre che sul suggestivo percorso, anche nei tre classici Controlli Orari che hanno determinato la classifica. Il primo era predisposto dalla piazza della partenza su un percorso pedonale di un centinaio di metri lungo il Corso gremito di turisti. Il secondo Controllo Orario era predisposto su un percorso sterrato in salita con un tratto No Stop di un centinaio di metri, mentre l’ultimo Controllo era ancora posizionato al centro di Sant’Antioco. Bella e particolare la certificazione di passaggio che prevedeva al posto del classico timbro, un selfie alla Torre di Calasetta, estremo nord dell’isola di Sant’Antioco, da inviare all’organizzazione.
Dopo cotante emozioni i risultati finali hanno visto primeggiare nella classifica assoluta Riccardo Lombardelli del Macerata che correva nella categoria Expert contro se stesso, con zero penalità totali. Primo posto nella categoria Vintage per il locale del vespa Club Cagliari Enrico Forte con 5 penalità, seconda posizione per Vincenzo Murgiano sempre del Vespa Club Cagliari e terzo posto per Daniele Dui del Vespa Club Macomer. Questi tre sono anche i primi tre piloti della classifica regionale che si sono per questo aggiudicati gli ambitissimi trofei messi in palio da Mauro Pascoli.
Terzo quarto e quinto assoluto i tre piloti presenti della categoria Storico con al primo posto Thomas Matteo Peruzzi di Arezzo, al secondo posto Ettore Braghini del Rovereto ed al terzo Vincenzo Vitrioli del Vespa Club Reggio Calabria.
Nelle squadre sono classificate solo le tre locali con Cagliari al primo posto, Macomer al secondo e Carbonia al terzo.

 

 
         
    4a PROVA CAMPIONATO PUGLIESE LUCANO GIMKANA 2017  
    CORATO - 16 luglio 2017  
     


La manifestazione, seppur con qualche iniziale incertezza dovuta ad un improvviso ma brevissimo scroscio di pioggia, si è svolta con grande entusiasmo dei partecipanti vista la sinuosità del tracciato e della presenza di vari ostacoli che hanno reso ancora più intrigante questa gimkana vespistica. Dall’iniziale serie di curve a stretto raggio, all’ otto di grande diametro, passando per le gobbe di cammello e la doppia spirale contrapposta, i 27 vespisti hanno dato il meglio di sé anche lungo i 25 m del serpentone che li ha portati fino all’arrivo dove li attendeva la fotocellula di rilevamento tempi controllata da due attenti esperti cronometristi della FICR.
Oltre ad aver messo alla prova i concorrenti, la giornata è stata anche l’occasione per coinvolgere la cittadinanza di Corato e far conoscere il mondo Vespa e le sue iniziative sportivo/turistiche collegate. Infatti, molte sono state le richieste tra il pubblico di poter prendere la propria Vespa in garage e poter entrare nel circuito e potersi anche loro destreggiare tra curve e birilli. Insomma, la Vespa risveglia gli animi e rende sempre giovani chi la guida; ne sa qualcosa l’amico vespista Petito del Vespa Club Palo del Colle che, con le sue 78 candeline, è la prova che in Vespa si è sempre giovani.
Finite le due manche e confrontati i tempi dei partecipanti, le classifiche hanno decretato nella categoria Expert al 1° posto Arcangelo Vessia del Vespa Club Palo del Colle, seguito da Nicola Facchino, anche lui iscritto allo stesso club, a seguire Domenico Diasparra del Vespa Club Corato.
Nella categoria Promo, il 1° e 3° posto del podio sono andati al Vespa Club Martina Franca, rispettivamente con i vincitori Filippo Marangi e Cosimo Baratta; in posizione intermedia, Mario Foscherini del Vespa Club Taranto.
Il podio della categoria PX, è stato conquistato da Cristiano Pennelli del Vespa Club Taranto che con il suo P125X ha superato dapprima Massimo De Palma del Vespa Club San Ferdinando di Puglia, lasciando la 3° posizione a Pasquale Abbattista, Presidente del vespa club organizzatore.
Nelle squadre, per uno scarto minimale, è prevalso il Vespa Club Taranto, seguito a ruota dal Vespa Club Palo del Colle e, in terza posizione, dal Vespa Club Corato.

Francesco Pecoraro

 

 
         
    4a PROVA COPPA ITALIA GIMKANA 2017  
    SASSARI - 6 maggio 2017  
     


Il giorno sabato 6 maggio 2017 si è svolta a Sassari nel Piazzale Antonio Segni, organizzata dal Vespa Club Sassari, la quarta prova della Coppa Italia Gimkana. La giornata purtroppo è stata fredda e la pioggia copiosa, allagando in alcuni punti il campo di gara ha costretto gli organizzatori ad eliminare alcuni ostacoli potenzialmente pericolosi; questo ha scoraggiato molti vespisti che pur presenti sul campo della manifestazione non hanno avuto il coraggio di gareggiare.
I concorrenti che hanno sfidato il brutto tempo hanno affrontato l’impegnativo percorso, progettato e tracciato da Giulio Viagi, composto di birilli, bilico, trave d’equilibrio ed altri vari ostacoli interessanti. Nonostante la giornata quasi invernale il pubblico è risultato numeroso, appassionati della Vespa, curiosi di passaggio che fermavano e posteggiavano le auto per assistere allo spettacolo, amici, mogli, figli che incoraggiavano a squarciagola i loro amici e parenti.
Gli iscritti alla fine sono stati una trentina, suddivisi  in due categorie: Scocca Stretta  e Scocca Larga, che si sono affrontati su due manche, mentre il servizio di cronometraggio è stato curato dalla ASD Crono Sassari.
Le premiazioni si sono svolte immediatamente dopo il  termine della Gimkana e dopo aver esposto la graduatoria che non ha avuto alcun reclamo.
Nella categoria Scocca Stretta primo posto per Bernardo Campus, risultato anche vincitore della classifica assoluta, seguito da Giuseppe Mura e da Antonio Mura. Nella categoria Scocca Larga si impone Roberto Ruiu, secondo nella classifica assoluta, davanti a Franco Parisi e Gavino Canu. Come tutti gli anni il successo della manifestazione è stato reso possibile anche per l’impegno dei Soci  del Club che anche sotto la pioggia hanno lavorato per allestire al meglio il campo di gara.
Il Direttivo e tutti i Soci del Vespa Club Sassari ringraziano i concorrenti, gli spettatori e i tanti appassionati della Vespa e danno loro  appuntamento alla Gimkana 2018.

 

 
         
    1a e 2a PROVA CAMPIONATO FRIULANO GIMKANA 2017  
    FIUME VENETO - 10 giugno - SPILIMBERGO - 9 luglio 2017  
     


Nato dalla volontà dell’ex Referente regionale per il Friuli e Veneto Massimiliano Termini, è stato varato quest’anno per la prima volta il Campionato Regionale di Gimkana Friulano. Anche se i piloti nella regione non sono molti questa è l’occasione per chiunque abbia voglia di cimentarsi tra i birilli correndo praticamente ad armi pari visto che l’unico grande nome della specialità presente, Paolo Zoppè, è legato sportivamente ad un Club fuori regione.
Tre le prove durante la stagione, la prima si è svolta a Fiume Veneto il 9 giugno scorso, organizzata dall’omonimo Vespa Club che già in passato aveva organizzato delle manifestazioni a carattere locale. Alla manifestazione hanno partecipato una dozzina di concorrenti nelle due classiche categorie Large e Small effettuando le due manche a testa previste dai regolamenti. Nella categoria Large primo posto finale per Angelo Tramontina del Vespa Club Spilimbergo seguito da Matteo Favero del Fiume Veneto e da Elia Bottos del Barco. Nella categoria Small la vittoria è andata a Fabio Campanerut del Fiume Veneto davanti a Denis Vendrame del barco ed a Leonardo Cieol del Fiume Veneto.
Spilimbergo il 9 luglio ha ospitato la seconda tappa del Campionato Regionale Gimkana Vespa, il Vespa Club Spilimbergo è riuscito ad organizzare una giornata dedicata alla passione per la Vespa e a del sano agonismo. I partecipanti, una decina in totale, pochi ma molto agguerriti, si sono sfidati nel veloce percorso della gimkana con due possibilità ciascuno. Il cronometro ha decretato vincitore per la categoria Large Angelo Tramontina del Vespa Club Spilimbergo, per quanto riguarda la categoria Small invece ad aggiudicarsi la vittoria è stato Renzo Ros del Vespa Club Porcia seguito a pochi secondi da Riccardo Ros sempre del Porcia ed al terzo posto Massimo Sist. Questa giornata di festa si è conclusa con le prove libere del percorso che hanno attirato curiosi e tifosi, con le premiazioni e il ritrovo al chiosco appositamente organizzato.

 

 
         
    100KM DI AVIANO 2017
4a PROVA CAMPIONATO TRIVENETO REGOLARITA' 2017
 
    AVIANO - 23 luglio 2017  
     


Domenica 23 luglio si sono ritrovati in Piazza Duomo ad Aviano 66 vespisti per partecipare all’ormai classica manifestazione di Regolarità a Squadre denominata 100 KM DI AVIANO – 7° MEMORIAL “VITO GAIARIN”.
Il gruppo più numeroso era del Vespa Club Seigiorni con ben sei squadre iscritte, seguito dal Vespa Club Treviso, Vespa Club Nove, Vespa Club Pordenone, Vespa Club Udine e dalle Vespe Padane.  Oltre ai “vicini”, con grande piacere, si sono presentati anche dei Vespa Club più lontani, come il Vespa Club Napoli, il Vespa Club Anghiari, il Vespa Club Merano ed il Vespa Club Chiari.
Grande soddisfazione per la presenza di due squadre femminili con la squadra “Le Incredibili” giunte al traguardo addirittura quarte assolute.
Anche quest’anno ha vinto lo spirito della manifestazione, divertirsi in Vespa e mangiare bene in compagnia, con un po’ di sana battaglia tra le fotocellule.
Novità di questo 7° Memorial “Vito Gaiarin” sono stati i Controlli Orari in parallelo, nei quali su tre corsie tutta la squadra doveva passare dalla fotocellula al centesimo di secondo allo stesso tempo e la somma delle penalità dei tre concorrenti dava la penalità totale alla squadra.
Come sempre c’era il controllo orario segreto, dove l’abilità nel calcolare il passaggio in base ai Km percorsi e alla media imposta dava la possibilità di calcolare l’orario di passaggio sulla linea dei cronometristi della FICR, per bravura qui Si sono distinte le squadre del Treviso 3, Treviso 4 e Insetti Scoppiettanti del  Vespa Club Nove con zero penalità.
Non ha tradito le aspettative la squadra mista del il Seigiorni/Vespe Padane con Gianluca Zandonà, Enrico Scapolan e Roberto De Poli che dimostrando una grande capacità ed esperienza tra le fotocellule, hanno totalizzato le minori penalità, vincendo così la 100 Km di Aviano 2017.
Secondi assoluti gli “Scooters 23” dell’Aviano con i bravi Massimiliano Palmeri, Christian Michilin ed Emanuele Gobbato.
Terzi assoluti e primi della classifica Faro Basso il Chiari/Aviano con Cristian Sabbatini, Nicola Lonati ed Enrico Rosolen.
Durante il pranzo conviviale, a fine manifestazione, presso il “Cial de Brent” di Polcenigo, in grande allegria venivano fatte le premiazioni. Un grazie allo Staff , ai partecipanti ed un arrivederci al prossimo anno.

Massimo Amati

 

 
         
    AUDAX TRANSALPINO 500 KM
3a PROVA CAMPIONATO AUDAX 2017
3a PROVA CAMPIONATO NORD OVEST REGOLARITA' 2017
 
    TORINO-GRENOBLE-TORINO - 28,29,30 luglio 2017  
     


Decollato alla grande nella stagione scorsa con ben sei manifestazioni, il Campionato Audax si è svolto anche quest’anno con sole tre prove tutte valide ai fini della classifica finale. La conclusione è avvenuta il sabato 29 luglio con la stupenda prova Torino - Grenoble - Torino che ha visto alla partenza circa 160 vespisti provenienti da moltissime regioni italiane, dalla Calabria al Trentino, dalla Puglia al Veneto passando per Campania, Marche, Lazio e quasi tutte le altre regioni del nord.  
La manifestazione è stata veramente una festa di Vespa, di colori, di amicizie ritrovate e nuove, di sport e di competizione, ma anche di paesaggi e natura, di panorami insoliti, di libertà e passione. Insomma una grande manifestazione di quelle che ti aprono il cuore, di quelle che ti fanno dire: meno male che sono venuto anch’io, una manifestazione che lascerà sicuramente un segno indelebile in tutti i partecipanti, siano essi giunti in Piemonte per amicizia, competizione o semplicemente per dimostrare a loro stessi di arrivare in fondo ad una 500 km in Vespa.
Ed i 500 km non erano simbolici o semplici, erano completamente veri, con tre passi da valicare sopra i 2000 metri ed altri due poco sotto, con una media da tenere attorno ai 38 orari e con l’incombenza del tempo, sempre variabile in alta montagna, che poi ha colpito con grandine, acqua, tuoni e fulmini, più o meno tutti, rendendo scivolosi i tornanti e le rotonde che hanno fatto assaggiare l’asfalto a più di un concorrente con conseguenze da carrozziere per le amate Vespa.
Il Vespa Club Torino per questa manifestazione ha messo in campo la passione che traspare da tutti i suoi pori, questa si è evidenziata dal contenuto costo dell’iscrizione, dalla serata del venerdì con cena famigliare nella sede degli Alpini di Giaveno, dalla collaborazione avuta dal vespa Club de France a Grenoble e dalla serata del sabato, con cena e premiazioni che a parte la stanchezza, ha soddisfatto tutti, vincitori e vinti, accomunati dalla consapevolezza di aver compiuto una missione epica. E basta con le troppe evocazioni dei tempi passati, viviamo bene il presente, ci sembra decisamente epica, una 500 km in 14 ore con il traffico di adesso, con i passi da percorrere e poi, anche questa impresa, per i nostri successori, fra dieci o venti anni, diventerà storia, una storia che andrà avanti ancora per molto e che addirittura non si fermerà mai.
Naturalmente la classifica finale è data dal risultato delle penalità accumulate nei Controlli Orari, quei passaggi controllati tramite fotocellule e cronometri, nei quali il concorrente cerca di avvicinarsi il più possibile al tempo teorico che gli è stato assegnato. Le medie relativamente basse permettono ai concorrenti di giungere in prossimità di quei controlli con qualche minuto di anticipo usando quel tempo per ristorarsi e per registrare gli orologi. Contano molto la calma e la freddezza di azione, la vista ed anche la funzionalità del mezzo, sempre meno l’esperienza che fino a poco fa era determinante, ora sembra passare in secondo piano, specialmente in queste manifestazioni di lunga durata, in quanto sempre più spesso troviamo al vertice un pilota emergente e non favorito. Ed anche a questo Audax la cosa si è verificata, il vincitore è alla sua prima vittoria di rilievo in campo nazionale, vittoria che si è meritato con una performance ottima ed un pizzico di fortuna che non guasta mai. Il suo nome è Nicola Giacomini e porta i colori del Vespa Club Pisogne, un paesino sulla riva bresciana del lago d’Iseo. Nicola si era già messo in luce questa stagione con due secondi posti nella categoria Promo al Campionato Lombardo ma nessuno si aspettava di vederlo subito al vertice di un Audax, manifestazione decisamente difficile nella quale fare risultato. La sua media inferiore a sei centesimi di errore a passaggio certifica il suo valore che il giovane bresciano dovrà continuare a coltivare per rimanere ai vertici delle classifiche.
Gli abbiamo attribuito un po' di fortuna in quanto il secondo classificato, Leonardo Pilati del Rovereto è staccato solo di due penalità, in questo caso la sua esperienza non è stata sufficiente come in altri casi ed un paio di errori di troppo lo hanno relegato al secondo posto, posizione comunque di rilievo, alla quale quest’anno sembra essere affezionato.
Naturalmente, che ci siano i giovani ai vertici e quindi il ricambio dei vincitori, certifica che la specialità è in salute e il livello dei piloti è in continua evoluzione, infatti, al terzo posto troviamo un altro giovane del quale abbiamo ormai più volte decantato le gesta, Flavio Scatola del Vespa Club Montecchio Emilia. Con questo terzo posto Flavio si aggiudica il campionato Audax nella categoria Expert e conferma le sue doti, anche per lui qualche errore di troppo in questa occasione per ambire alla vittoria ma una continuità di risultati nella specialità, seconda solo al più esperto Pilati con il quale ha diviso in questa stagione tutti i podi negli Audax nei quali erano presenti.
Quinto posto per Roberto Orlandini del Montecchio Emilia mai salito cosi in alto in classifica e quinto posto per Maurizio Norbis, i due sono però quasi doppiati dai primi nelle penalità totali.
Nelle Squadre vittoria di Rovereto, secondo posto per Montecchio Emilia e terzo per Torino.

 

 
         
    CAMPIONATO EUROPEO GIMKANA 2017
4a PROVA CAMPIONATO LOMBARDO GIMKANA 2017
 
    MILANO IDROSCALO - 23 luglio 2017  
     


Per la nota rinuncia del Vespa Club Germania ad effettuare il Campionato Europeo di Gimkana a Celle all’interno del Vespa World Days, la prova è stata organizzato dal Vespa Club Milano domenica 23 luglio nella splendida cornice dell’Idroscalo, attrezzando circa 1.200 mq di area “gara” tutta transennata e circa 800 mq di area “box” che ha garantito i servizi necessari ai piloti ed ai loro accompagnatori.
Il VC Milano ha messo in campo la propria esperienza e schierato 16 marshall nelle varie funzioni per garantire un’ottima accoglienza e una perfetta gestione della manifestazione, nonché un nutrito monte premi con trofei, gomme, buoni benzina, buoni acquisto caschi, accessori/ricambi Vespa e abbigliamento.
Nessun “incidente” di percorso, nessun reclamo, solo amicizia e sfottò tra i partecipanti.
La giornata di splendido sole, calda ma ventilata nel pomeriggio, ha permesso di effettuare nella mattinata le due manche dell’Europeo con tracciato suddiviso da una parte guidata e da una parte attrezzata con ostacoli specifici per questa manifestazione. Ostacoli che hanno prodotto un gradito spettacolo al pubblico presente in contrapposizione alla velocità del percorso guidato.
L’Europeo ha visto primeggiare nella Categoria Small, composta da 41 concorrenti, Luigi Mastantuono del Vespa Club Sirmione che con una manche velocissima e senza penalità ha saputo interpretare al meglio il classico e difficile percorso dell’Europeo. Secondo posto per Stefano Miani del Vespa Club Castelfranco Emilia al quale manca ancora un po' di esperienza in questo tipo di manifestazione e Forno Claudio del Vespa Club Biella classificati con stesso miglior tempo. Per sicurezza, un rapido controllo al regolamento da parte del Direttore di Gara, ha determinato Miani secondo per il miglior tempo nella prima manche.
Nella Categoria Large, composta da sei concorrenti, vince il titolo Benito Signori del Vespa Club Sirmione al suo terzo successo consecutivo su Emanuele Agosti del Vespa Club Chiari che regola al terzo gradino del podio Fabrizio Oliosi del Vespa Club Sirmione.
Nella Categoria Femminile primo posto per Alice Signori che benché giovanissima vanta una esperienza invidiabile in questo tipo di manifestazione, seconda Erika Ferro davanti a Mia Donini ed Emanuela Selva.
La Categoria Squadre viene vinta da Italia 1 con Mastantuono, Signori B.e Miani.
Nel pomeriggio si sono effettuate le due manche del Regionale Lombardo aggiungendo altri 150 mt al percorso che ha visto “danzare” i 47 piloti su curve e controcurve strisciando pedane e carter su un perfetto asfalto. Applausi da tutti per le loro performance.
La prova del Regionale vede primeggiare nella Cat. PX Benito Signori, nella Cat. Esordienti Luigi Parisi del Milano, nella Cat. Promo Simone Ardolfi del Chiari e nella Cat. Expert Marco Marini del Chiari.
L’apposita Cat. OPEN istituita per premiare i piloti di fuori regione ha visto primeggiare Stefano Miani su Stefano Donini del San Mauro Pascoli davanti a Fantozzi Luca del Forlì.
Che dire di più? Acqua e ghiaccioli ad esaurimento, la presenza di giovani e giovanissimi già ben posizionati nelle varie classifiche e un “movimento” molto attivo dove si riscontra sempre aggregazione ed amicizia. Tutte le classifiche su: http://www.vespaclubmilano.it/evento/316_campionato-europeo-gimkana--4-regionale-gimkana e su www.vespaworldclub.com

Carlo Bozzetti

 

 
         
    13° AUDAX 500 KM DELLE MARCHE
2a PROVA CAMPIONATO AUDAX 2017
 
    SAN BENEDETTO DEL TRONTO - 15,16 luglio 2017  
     


Diventato competitivo con una classifica di merito a tutti gli effetti alla decima edizione, l’Audax 500 km delle marche è stato e continua ad essere una classica nel panorama nazionale della specialità regolaristica che richiama piloti e squadre da molte regioni d’Italia. L’alternanza organizzativa dei Vespa Club marchigiani è saltata in questa tredicesima edizione in quanto organizzata dal Vespa Club Sanbenebettese che già l’aveva condotta in porto due anni fa. La stupenda Rotonda Giorgini con la sua fontana a getto e le sue bellissime palme che sono proprio il simbolo di questa cittadina e danno il nome all’omonima riviera, hanno fatto da cornice sia alla partenza sia all’arrivo dei quasi 160 vespisti. Impeccabile l’organizzazione con a capo il Presidente Nando Petrini che assieme ai suoi collaboratori ed all’infaticabile ed onnipresente Franco Benignetti hanno allestito la piazza sia nella serata della partenza del sabato sia la domenica mattina per l’arrivo. Da non dimenticare tutti i Club marchigiani che hanno dato il supporto nel transito dai loro territori effettuando Controlli Orari, Timbri di passaggio o semplicemente la posizionatura delle frecce. La collaborazione attiva di questi Club è il segreto della continuità di questa manifestazione che continuando ininterrottamente da 13 edizioni ha pareggiato quest’anno la 1000 km ed è seconda solo alla 500 km di Milano che ne conta 17. Entrambe questa manifestazioni sono state però effettuate in un lasso di tempo molto lungo, dal 1951 al 2017 per la 1000 km e dal 1976 al 2016 per la 500 km di Milano e se vogliamo fare una particolare classifica delle manifestazioni svoltesi senza interruzione, le porta ad essere dietro alla 500 km delle Marche.
Impegnativa per i partecipanti ma decisamente spettacolare la formula della manifestazione che prevede la partenza dei concorrenti alle 23,00 del sabato e l’arrivo alle 12,00 della domenica, due momenti che grazie anche al periodo turistico, riempiono piazza Giorgini, con grossa soddisfazione di partecipanti ed organizzatori gratificati dalle migliaia di persone interessate all’evento Vespa.
Poi si sa che la notte è sempre fredda, anche se nelle vicinanze del mare, all’alba viene sonno e non bisogna assolutamente perdere la concentrazione nella guida, neppure quando sono le 11,00 e mancano solo pochi chilometri all’arrivo. Una distrazione può costare cara, rovinare la Vespa è il minimo, farsi male il massimo, dover ritirarsi e non essere in classifica la cosa intermedia che nel caso di piloti che sono intervenuti anche per la classifica finale del Campionato Audax potrebbe rivelarsi altamente negativa. Ma i vespisti hanno tutti la testa sulle spalle ed a parte qualche problema, spesso causato da automobilisti indisciplinati, tutto è andato bene e non ci sono stati incidenti gravi.
Il percorso prevedeva la risalita della regione dalla statale adriatica fino a Marotta e poi la discesa verso l’interno passando da Jesi e Recanati con passaggi poi ad Amandola e Maltignano, risalita fino a Lapedona e poi un altro giro nell’entroterra, prima di fare ritorno a San Benedetto dopo 13 ore e 500 km percorsi.
Sei i Controlli orari che hanno determinato la classifica finale, i primi tre alla partenza, inseriti in una sorta di Gimkana con birilli che ha messo molti piloti a dura prova, mettere un piede a terra era molto semplice, e percorrere i tratti nei tempi assegnati esattamente il contrario. Il più bravo nei tre passaggi è stato Gaspare Sola del Pinerolo, solo 11 le sue penalità totali che gli hanno permesso di accumulare un grosso vantaggio, per altro dissipato in gran parte nei tre controlli successivi. Le altre 44 penalità lo hanno comunque lasciato al primo meritato posto regalandogli la grandissima soddisfazione di questa vittoria nata dall’impegno di essere spesso presente e dalla passione per la Vespa e per la Regolarità.
Secondo posto per Davide Ciconte del Torino che conferma, se mai ce ne fosse stato bisogno, il suo particolare avvezzo alle manifestazioni di lunga durata che prevedono le migliori prestazioni alla fine, dopo la vittoria alla 1000 km ottimo questo suo secondo posto. Il terzo posto se lo sono contesi due Expert per la discriminante: Flavio Scatola del Montecchio Emilia e Riccardo Lombardelli del Macerata, finiti in questo ordine. Podio quindi per Scatola che da neo Expert dimostra sempre più il suo valore e sia avvia a vincere il Campionato Audax nella Expert dopo averlo vinto nella Promo l’anno scorso. Medaglia di legno per Lombardelli che comunque si conferma il primo dei regionali ma conferma anche che per lui questa 500 delle Marche è stregata, speriamo che prima o dopo riesca a portarla a casa. Quinto posto per un altro Expert del Montecchio, Gabriele Cagni, che ha come attenuante il fatto di avere corso con la sua storica faro basso.
Nella Squadre si impone il Vespa Club Torino davanti al Vespa Club Montecchio Emilia ed al Vespa Club Macerata

 

 
         
    9a prova COPPA ITALIA GIMKANA 2017  
    SAN MAURO PASCOLI - 1 luglio 2017  
     


Sole caldo, amicizia ed allegria sono stati il comune denominatore della 9° tappa di Coppa Italia di Gimkana organizzata dal Vespa Club San Mauro Pascoli e svoltasi sulla pista minimoto di San Mauro Mare sulla riviera romagnola. La location che spesso ospita grandi campioni delle due ruote, fra tutti Valentino Rossi; si è ben prestata alla nostra manifestazione, con un asfalto perfetto che ha garantito un’ottima tenuta, ed un buon insieme di servizi con un buon confort per piloti ed accompagnatori. Il tracciato è stato disegnato dalla Donini Family Racing con la prima parte tecnica seguita da una più scorrevole e l’ultima parte di nuovo tecnica con un ostacolo “la diabolica” amato odiato dai vari piloti.
Dieci i partecipanti della categoroa PX, Benito Signori del Sirmione vince entrambe le manche seguito da Alessandro Lanari del Todi e Stefano Giorgi del Sant’Arcangelo di Romagna.
Sette gli Under 18 al via, vince Stefano Presciuttini del Todi, secondo a soli otto decimi il giovanissimo (11 anni) Ivan Agosti del Chiari che dimostra miglioramenti ad ogni prestazione, terzo il pilota di casa Fabrizio Donini che sarebbe stato il più veloce, ma forse l’emozione di correre fra i suoi tifosi gli ha fatto abbattere qualche birillo di troppo.
Diciassette i piloti Promo, il dominatore della giornata è stato Fabio Sambuco del Todi che si è aggiudicato entrambe le manche, mette dietro il padrone di casa Stefano Donini mentre agguanta il terzo gradino del podio Stefano Salaroli del Castelfranco Emilia.
Quattro infine gli Expert, categoria nella quale Stefano Miani del Castelfranco Emilia s’impone in entrambe le manche regolando Luca Fantozzi del Forlì secondo, mentre il terzo gradino del podio se lo aggiudica Andrea Tiburzi del Macerata dopo averlo lasciato nella prima manche al veterano Elvezio Biserni del Mantova.
Nelle squadre vittoria del Todi che si porta al comando della classifica generale, seguito da Castelfranco Emilia e San Mauro Pascoli.
Dopo le premiazioni grande momento conviviale in un bellissimo clima di serenità ed amicizia, che è proseguito nel pomeriggio con la sfida sulle minimotard con vittoria nuovamente di Fabio Sambuco, per qualcuno anche il giorno successivo in spiaggia. Questo per testimoniare che pur essendo avversari in pista, nel gruppo c’è un grande spirito di aggregazione, amicizia e voglia di stare assieme, dove l’elemento principale è la Vespa che fa da collante a tutto questo e fa dimenticare per qualche ora i vari problemi quotidiani.

 

 
         
    2° RALLY DELLA TORRE
3a prova CAMPIONATO LOMBARDO REGOLARITA' 2017
 
    PISOGNE - 9 luglio 2017  
     


Si è disputata domenica 9 luglio la terza tappa del Campionato Lombardo di Regolarità denominata “2° Rally della Torre ” a Pisogne che ha visto la partecipazione di 34 piloti. La manifestazione sulle stupende rive del Lago d’Iseo si è svolta in una bellissima giornata caratterizzata dal sole che ha fatto dimenticare i tre temporali accaduti nell’edizione dello scorso anno. 
Il lago d’Iseo chiamato anche Sebino, è un bacino lacustre con una superficie di 65,3 chilometri quadrati ed una profondità massima di 251 metri. Situato ad una quota di 180 metri sul livello del mare, ha come emissario principale il fiume Oglio ed è diviso tra le province di Bergamo a nord e Bresia a sud.
Per la classifica, dopo i 12 Controlli Orari effettuati, discretamente impegnativi, troviamo al primo posto Giancarlo Giubelli del Mantova ed al secondo Antonio Onger del Chiari, entrambi Expert Regionali, al terzo dell’Assoluta ma primo della Promo è Nicola Giacomini che sempre più si sta mettendo in luce come come pilota emergente della stagione. Buona anche la prestazione di Simone Ardolfi del Chiari che in questa occasione mette in fila un gruppo di Expert decisamente più quotati di lui. Nella Squadre primo posto per il Vespa Club Pisogne, secondo Chiari e terzo Coccaglio.
 Il direttivo del VC Pisogne vuole ringraziare il Direttore di gara Valter Toninelli e agli assistenti di percorso: Mattia Piovanelli, Alessandro Bitonti ed Eugenio Dogali.
Un grandissimo grazie anche a Diego Lombardo, per aver preparato assieme alle Vespiste Camune, un rinfresco “imperiale” presso la sede del Club ed all’amministrazione comunale con il Sindaco Invernici e l’assessore Zanelli per la fiducia che ripongono nel Club. Che dire…. Pisogne c’è…..

 

 
         
    2a prova CAMPIONATO LOMBARDO REGOLARITA' 2017  
    PAVIA - 17 giugno 2017  
     


Per la prima volta, una manifestazione del Campionato Lombardo Regolarità si è tenuta nelle ore serali sabato 17 giugno 2017. L'evento, denominato“2° Vespa Rally Notturno Pavese”, ha visto partecipare 53 vespisti e vespiste giunti da svariati Club della Lombardia. In particolare, oltre ai piloti locali hanno voluto cimentarsi nella prova i vespisti di Milano, Pisogne, Chiari, Monza, Mantova, Brescia, Coccaglio.
Il percorso si è snodato attraverso le vie ed i monumenti illuminati di Pavia, come ad esempio il Ponte Coperto con il cosiddetto “Burg à bass”, il Castello Visconteo, il Borgo Calvenzano, ecc. ed i rilievi cronometrici son stati eseguiti nel Piazzale dell'Aeronautica, a ridosso del centro città e del ponte della Libertà con la sua illuminazione curata dal noto artista Marco Lodola.
Un'altra novità per il Campionato è stata l'opportunità offerta dal Club organizzatore agli accompagnatori dei Piloti impegnati nella prova. Per loro è stato organizzato un tour guidato nel centro storico di Pavia che, grazie alla disponibilità della Dott.ssa Antonella Calvi (responsabile della Civica Biblioteca Bonetta), si è potuto estendere fino alla Cripta di S.Eusebio, il più recondito luogo della Pavia longobarda, normalmente chiuso al pubblico.
A manifestazione e tour conclusi, i piloti e i loro accompagnatori si sono trasferiti presso la sede della Associazione Motonautica Pavese, dove hanno potuto ristorarsi con un antipasto ed una risottata, nonché partecipare ed assistere alle premiazioni.
La manifestazione ha visto trionfare nella classifica assoluta Maurizio Acquistapace del V.C. MI, che ha vinto anche nella categoria “promo”. Sugli altri due gradini del podio dell'assoluta, rispettivamente Luciano Moneta e Gaetano Traversi entrambi del V.C.MI. Il secondo ed il terzo classificati “promo” sono risultati essere Gabriele Mafezzoni del V.C.BS e Andrea Lorini del V.C.Coccaglio.
Le prime tre squadre classificate sono state rispettivamente Milano, Brescia e Chiari.

Beppe Carena

 

 
         
    3a prova CAMPIONATO TOSCANO REGOLARITA' 2017  
    PONTE A CAPPIANO - 2 luglio 2017  
     


Anche la terza prova del Campionato Toscano Regolarità 2017 si è conclusa con una buona partecipazione di piloti e Club. La manifestazione si è svolta in Piazza Giani di Ponte a Cappiano dove il Vespa Club Il Ponte Mediceo ha allestito il percorso per la doppia prova di abilità, erano previsti tre rilievi per ognuno dei due passaggi. Oltre alle prove di abilità era, come consueto, previsto il controllo a timbro posto nel bel mezzo del piacevole percorso previsto sulle colline di San Miniato, nella Valle dell’Egola per poi ritornare a Ponte a Cappiano.
Nella classifica Promo, sullo scalino più alto del podio troviamo Valter Innocenti Minuti del Vespa Club Valdelsa, a seguire Alberto Menciassi del Vespa Club Pisa e Mauro Paroli del Vespa Club Il Ponte Mediceo.
Nella Expert solo due i partecipanti, entrambi Vespa Club Pisa con Andrea Caccamisi che prevale sul compagno di squadra Giampiero Vatteroni.
Il Vespa Club Pisa su tutti nella Squadre con al secondo posto il Vespa Club Il Ponte Mediceo ed al terzo il Vespa Club Valdera.
La giornata svolta in un caldo clima estivo ma in assoluta piacevole armonia tra tutte le componenti, sia sul campo di gara che durante il pranzo dove si sono svolte le premiazioni.     

Il prossimo appuntamento per questo campionato è ora il 10 settembre per la quarta prova a San Vincenzo.

 

 
         
    6a prova CAMPIONATO ITALIANO RIEVOCAZIONI STORICHE 2017
3a prova CAMPIONATO TRIVENETO REGOLARITA' 2017
 
    TRENTO - 2 luglio 2017  
     


Chi è giunto a Trento per la Rievocazione Storica della Trento - Vigolo Vattaro non si aspettava di certo di trovare una simile temperatura nel bel mezzo della torrida estate 2017. A causa dei temporali successi nei giorni precedenti, che per altro non avevano più di tanto abbassato le temperature, domenica 2 luglio a Trento si misuravano 14 gradi. Gli abbigliamenti portati non erano naturalmente quelli dell’inverno e quindi percorrendo le pendici della Vigolana, dopo essere partiti dalla centralissima Piazza Fiera a Trento, si è sofferto il freddo. Così è stato anche nel tratto tra Levico Terme e Pergine Valsugana, tratto che in estate normalmente in Vespa si percorre per sentire la freschezza ed i profumi del bosco. Il sacrificio è stato ampiamente ripagato dai panorami, sia quello sulla Vallagarina con l’aeroporto di Trento ed il verde dei suoi vigneti e meleti bene ordinati nella valle, ma anche quello sui laghi di Caldonazzo e Levico in Val Sugana e la stupenda Panarotta che li sovrasta. La giornata nuvolosa ma comunque limpida ha permesso ai Vespisti di vedere dalla strada dei Forti, ma pochi di sicuro se ne sono accorti, le favolose torri del Brenta, proprio dietro il Bondone e la Paganella, anch’essi in bellavista. Insomma, un complesso di montagne, valli, laghi e natura che difficilmente si trova tutto assieme, ma che qui a Trento i vespisti intervenuti hanno potuto ammirare, se lo ricordino quelli che, magari per pigrizia, non sono arrivati.
La partenza dai giardini di piazza Fiera è stata data alle 9, 30 e i due controlli orari successivi erano esattamente dopo due ore e dopo tre ore. Tutto è funzionato alla perfezione e senza intoppi ed i partecipanti si sono ritrovati alle 14 alla pizzeria Pedavena, storico locale di Trento, per le premiazioni ed i ringraziamenti.
Nota rosa, la partecipazione di ben quattro rappresentanti del gentil sesso che hanno “costretto” gli organizzatori del Vespa club Trento a fare una premiazione loro dedicata che ha visto primeggiare l’esperta Manuela Selva del Milano, davanti a Cecilia Tranquillini del Rovereto seguita da Cinzia Gamberoni del Trento e da Isabella Merlo del Rovereto.
Nelle categorie del Campionato si impongono Ettore Braghini del Rovereto nella Storico seguito da Maurizio Norbis e da Davide Palini, nella Gs primo posto per Giancarlo Giubelli del Mantova davanti ad Alessandro Moretti e Roberto Cicognani.
Prima e meritata vittoria nella Vintage per Salvatore Lazzara del Rovereto che ha regolato Marian Zelger e Maurizio Acquistapace, mentre nella Expert primo posto per Leonardo Pilati davanti a Cristian Meneghelli ed Angelo Pellizzato.
La Squadre va al Rovereto mentre i Trofei Pascoli all’Assoluta, guidata da Braghini davanti a Pilati e Meneghelli.

 

 
         
    8a prova COPPA ITALIA GIMKANA 2017  
    PEZZOLO DI RUSSI - 11 giugno 2017  
     


Pezzolo è Pezzolo dicono da queste parti, e solo chi ha partecipato almeno una volta a questa particolare manifestazione capisce il senso di questa affermazione.
Siamo in Romagna terra di motori per eccellenza, qui intere generazioni sono cresciute a pane ed olio motore, la passione per i motori scorre come il sangue nelle vene. Ed è con queste premesse che come ogni anno si svolge la tradizionale Festa del Motur, al cui interno si è corsa la 7 tappa della Coppa Italia di Gimkana.
Terra, polvere e caldo fanno da contorno ed una quarantina di vespisti scatenati che sono i protagonisti di un pomeriggio assolato. Il tracciato diverso dal solito é tutto su terra con un pezzo di fettucciato veloce ma insidioso, ed un pezzo classico con birilli tecnico e scivoloso, a farla da padroni sono i crossisti abituati seppur con altri mezzi alle insidie della terra.
Nella categoria PX il padrone di casa Bruno Fantozzi mette tutti in riga riuscendo a domare anche uno scatenato Stefano Giorgi del Santarcangelo di romagna che accarezza l'illusione di fare il colpaccio dopo aver vinto la prima manche, un po in affanno i leader della classifica generale Signori ed Oliosi che limitano i danni chiudendo rispettivamente quarto e terzo.
Nella under 18 ben sette concorrenti al via, Stefano Presciuttini del Todi mette tutti dietro in entrambe le manche rimescolando la classifica generale di Coppa, secondo e terzo due emergenti piloti del Castelfranco Emilia Mattia Pierli e Nicolò Bendandi.
La categoria Promo è combattutissima vince in maniera spettacolare Mirko Papetti del Forlì frustando letteralmente i cavalli della sua vespa, secondo Fabio Sambuco del Todi che si porta così al comando della classifica generale e terzo Stefano Donini del San Mauro Pascoli, quarto il presidente del Forlì ed organizzatore Renzo Fabbri.
Parlando di cross é facile pronosticare chi ha vinto la categoria Expert, ancora lui Stefano Miani del Castelfranco Emilia seguito da Luca Fantozzi del Forlì e da Roberto Molon del Chiampo. Nelle squadre dominio assoluto dei padroni di casa del Forlì secondi i piloti del Todi e terza la squadra del Castelfranco Emilia. Al termine delle ostilità tutti a cena offerta ai piloti dal vespa club Forlì che come ogni anno si è dimostrato competente ben organizzato e molto generoso.
Per finire come ultima considerazione segnatevi sul calendario la data del prossimo appuntamento e venite a provare di persona cosa significa correre a Pezzolo.

Benito Signori

 

 
         
    2a prova CAMPIONATO TOSCANO REGOLARITA' 2017  
    LIVORNO - 11 giugno 2017  
     


Si è svolta a Livorno la seconda prova del Campionato Toscano Regolarità Vespa, la location scelta è stata la Piazza della Rotonda dell’Ardenza, una piazza con balaustra sul mare, dove la bellissima giornata di sole, ha fatto da cornice alla manifestazione, numerosi i passanti che recandosi sulla spiaggia per prendere il sole si sono fermati incuriositi ad ammirare i vespisti impegnati nelle prove di abilità.
La manifestazione denominata “16° Rievocazione Giro della Toscana” era valevole anche per il campionato regionale FMI, organizzata dal Vespa Club Livorno. Oltre 40 i partecipanti che si sono dati battaglia con il cronometro in una prova dove venivano rilevati tre tempi, ripetuta due volte.
Il giro turistico come gli anni passati, prevedeva la percorrenza di zone marittime e collinari, Ardenza, Quercianella, Montenero, Gabbro, Valle Benedetta, e rientro a Livorno.
Classifiche: la classifica assoluta, che era valevole anche per il 6° trofeo Uldiano Acquafresca, ha visto per la quinta volta consecutiva la vittoria di Andrea Caccamisi del Vespa Club Pisa che ha sbaragliato tutti gli avversari registrando dei tempi incredibili, e chiaramente vincendo anche la categoria Expert davanti a ai compagni di squadra Franco Caccamisi e Giampiero Vatteroni, mentre al quarto posto troviamo Valfre Biagi Vespa Club San Vincenzo.
Classifica Promo: un aexequo ha portato due piloti a decidersi la prima posizione solo guardando la discriminante del primo rilevamento cronometrico, si è aggiudicato il gradino più alto del podio per la prima volta Claudio Nesti del VC San Vincenzo, davanti a Valter Innocenti Minuti del Vespa Club Valdelsa, che comunque mantiene saldamente la prima posizione della Classifica Generale. Al terzo posto Gabriele Filippi del Vespa Club Ponte Mediceo, che oltre ai complimenti per la posizione ha avuto le felicitazioni da parte di tutti per essere diventato neo papà da pochi giorni della splendida Martina.
Infine la Classifica a Squadre: primo posto al Vespa Club Pisa con Caccamisi A, Ghetta, Benedetti M, distaccato di pochissimo il Vespa Club Ponte Mediceo  con Filippi, Gori, Pepe, al terzo posto il Vespa Club Valdera con Londi, Di Rosa, Pertici.

Prossimo appuntamento il due luglio per la terza prova a Ponte a Cappiano.

 

 
         
    3° CIRCUITO DEL CASTELLO
5a prova CAMPIONATO ITALIANO RIEVOCAZIONI STORICHE 2017
 
    BRESCIA - 11 giugno 2017  
     


Tutto esaurito per la terza edizione della rievocazione storica del "Circuito del Castello" a Brescia, organizzata dal Vespa Club della città. 70 piloti iscritti rappresentanti 17 club, di cui due appartenenti al Vespa Club Istria, arrivati per l'occasione direttamente dalla Croazia.
Il viale d'ingresso al Castello di Brescia, fortezza militare di epoca medievale che domina la città dalla cima del Colle Cidneo, ha svolto il ruolo di campo di gara per i classici tre controlli orari delle prove del Campionato Italiano Rievocazioni Storiche. I controlli orari sono stati alternati a due trasferimenti stradali. Il primo, di una ventina di km, ha portato i concorrenti verso ovest ad uscire dalla città e ad entrare nel confinante territorio del comune di Cellatica, estremo orientale delle terre di Franciacorta dove vengono prodotte le omonime bollicine. Affrontata l'impegnativa salita che porta sulla cima dei Campiani, si è poi ridiscesi da nord verso la città. Il secondo trasferimento, di appena poco più di dieci km, ha portato i piloti al Museo 1000 MIGLIA di Brescia. Un controllo timbro orario presso il museo, prima della ripartenza verso il Castello, ha dato la possibilità ai partecipanti alla Rievocazione Storica di avere un'ora abbondante di tempo per visitare la mostra allestita in occasione del 90esimo anniversario della 1000 MIGLIA: trenta e più vetture che presero parte alle prime edizioni della Freccia Rossa tra il 1927 e il 1957.
Il risultato sportivo della giornata decreta un podio quasi tutto clarense per la categoria Storico: Maurizio Norbis al primo posto, Nicola Lonati al secondo e terzo posto di Matteo Thomas Peruzzi dell'Arezzo. Anche nella categoria GS il Vespa Club Arezzo si intromette come "terzo incomodo" in una coppia di altro club: primo posto per Antonio Iembo, secondo posto per Giancarlo Giubelli, entrambi del Mantova, e terzo posto per il toscano Alessandro Moretti. Nella categoria Vintage vince Simone Zavatti del Mantova che, a parità di penalità, è davanti a Roberto Orlandini del Montecchio Emilia grazie alla Vespa più vecchia di un anno. Terzo posto per Dario Cobello del VR37100, anche lui favorito su due concorrenti a pari penalità dalla Vespa più vecchia. Nella Expert si impone l'esperienza di Claudio Federici del Mantova, davanti ai forti, seppur giovani, Flavio Scatola del Montecchio Emilia e Fabio Agnolin del Rovereto. La classifica a squadre riflette i risultati delle singole categorie con vincitore il Vespa Club Mantova seguito dal Vespa Club Chiari e dal Vespa Club Montecchio Emilia.
La giornata si è conclusa poi con il pranzo e le premiazioni dei vincitori delle varie categorie:

un efficace mix tra sport, turismo, cultura e storia che fa il pieno di piloti e premia gli organizzatori bresciani che hanno saputo offrire una manifestazione nel pieno spirito di quello che dovrebbe essere il Campionato Italiano Rievocazioni Storiche.

Matteo Datteri

 

 
         
    4a prova CAMPIONATO ITALIANO RIEVOCAZIONI STORICHE 2017
1a prova CAMPIONATO CALABRESE REGOLARITA' 2017
 
    CASTROVILLARI - 4 giugno 2017  
     


Il 4 Giugno 2017, in una splendida giornata di sole, si è svolta ai piedi del Pollino a Castrovillari, la quarta tappa del Campionato Nazionale di Rievocazione Storica, valida anche per il Campionato Calabrese di Regolarità. La manifestazione si è svolta sotto l’egida della FMI ed organizzata splendidamente dal Vespa Club Castrovillari, mentre i tempi sono stati controllati dalla Federazione Cronometristi di Cosenza.
La manifestazione intitolata “Sulla via del sale” ha visto la presenza di un compiaciuto e numeroso pubblico nonché l’iscrizione di 47 vespisti, tra di loro si è riscontrata la presenza di tre piloti provenienti da Cassano delle Murge, mentre gli altri erano provenienti da vari Club Calabresi.
Gli organizzatori hanno avuto il piacere di ospitare come RMT Mario Morgese neoeletto nel Consiglio Direttivo del Vespa Club d’Italia, che ha svolto il suo compito in modo impeccabile.
Con l’occasione si sono ricordati ben sei soci, deceduti prematuramente negli ultimi anni, con un memoriale ed un trofeo a loro dedicato vinto da Vitrioli Vincenzo del Vespa Club Reggio Calabria, primo nella categoria assoluta.
Sul percorso di circa 70 Km si sono attraversati i comuni di Firmo, Lungro, Saracena, San Basile e Castrovillari; di questi, Firmo, Lungro e San Basile sono di origine Arbëresh.
La prova si è articolata con un Controllo Orario alla partenza da Castrovillari, un secondo a Lungro, ed un terzo finale con prova di abilità ancora a Castrovillari. Controlli a Timbro si sono svolti a Firmo, Saracena e San Basile, in tutti gli abitati era presente un folto pubblico ad ammirare il passaggio, ed in alcuni casi la sosta, di tante Vespa storiche.

Si è scelto questo percorso intitolandolo “Sulla via del sale” in quanto a Lungro, dove è stato scelto volutamente un Controllo Orario, esiste una miniera di sale dismessa e sulla quale è stato edificato un museo. Fu Plinio il Vecchio, nei primi decenni d.c. a parlare per primo della Salina di Lungro, ed è probabile che già i Sibariti sfruttassero il salgemma dall’antico giacimento. Fino al 1811 l’estrazione avveniva in maniera caotica e l’intervento di Murat diede luogo alla costruzione di un fabbricato superficiale realizzando una vera e propria industria del sale dove prestavano lavoro circa 500 operai che provvedevano sia all’estrazione che all’impacchettamento. La salina fu uno dei giacimenti più estesi d’Europa ed ha rappresentato un esempio di organizzazione lavorativa per tutto il Meridione. Lo scrittore Padula intorno all’Unità d’Italia in una descrizione della salina, paragonò le gallerie ai gironi dell’inferno.
Per quel che riguarda i risultati, nella categoria Storico vince Vincenzo Vitrioli del Reggio Calabria che conquista anche la classifica assoluta ed il primo posto nella classifica regionale, nella Vintage si impone Domenico Cosentino, nella GS vince Gennaro Talarico entrambi del Lamezia Terme e nella Squadre primo posto per il Vespa Club Reggio Calabria, secondo per il Vespa Club Lamezia Terme e terzo posto per il Vespa Club Castrovillari.

 

 
         
    3a prova CAMPIONATO ITALIANO RIEVOCAZIONI STORICHE 2017
2a prova CAMPIONATO LAZIALE REGOLARITA' 2017
 
    VERMICINO-ROCCA DI PAPA - 21 maggio 2017  
     


Solo nominare le parole Vermicino e Rocca di Papa combinate assieme e intramezzate da un trattino,  per uno sportivo vespista dovrebbe essere come nominare l’abc dello sport in Vespa. La manifestazione, che possiamo affermare essere stata una delle poche stregate per il grande pilota collaudatore Piaggio Giuseppe Cau, era un appuntamento classico del motorismo romano. Nata nel 1921 andò avanti fino al 1936 con le motociclette, per poi riprendere nel dopoguerra e aprire alla neo nata Vespa che l’8 novembre del 1947 si presentò al via con il pilota ufficiale Piaggio Dino Mazzoncini, Remo Rosati ed il giovanissimo Cau, entrambi del Team romano di Di Gennaro. Vinse Mazzoncini e secondo fu Cau che ancora oggi ha il sospetto che quel giorno i cronometri avessero avuto uno “sbalzo di pressione” per non far vincere un giovanissimo davanti ad un pilota ufficiale. Chiamato  anche egli dalla Piaggio come pilota ufficiale, l’anno dopo Cau si ripresenta alla manifestazione in salita ma ancora una volta è secondo dietro alla Lambretta di Vittori che gli fa lo sgambetto ed anche smontare il motore per vedere se era in regola. Solo alla terza partecipazione l’anno dopo, Cau si concede la vittoria senza se e senza ma, alla mitica Vermicino - Rocca di Papa che va poi avanti qualche anno per esaurirsi nel 1962.
Ed a questo serve il Campionato Rievocazioni Storiche, per rievocare queste mitiche manifestazioni ed anche per fare promozione alla Regolarità in Vespa. Per questo non finiremo mai di ringraziare il Vespa Club Frascati che in collaborazione con Artena ha messo in atto la rievocazione di questa manifestazione il 21 maggio scorso. Un ottimo successo ha avuto la prova con l’ottima organizzazione di Giovanni Lucarini e la partecipazione di una settantina di concorrenti provenienti soprattutto da Lazio ed Umbria ma anche da Milano e da Rovereto.
Ottimo il percorso panoramico con la vista sul lago di Albano e Castel Gandolfo, e la salita a Rocca di Papa che sicuramente qualche Vespa storica presente aveva già intrapreso in altre occasioni e magari con fondo molto più sconnesso o addirittura sterrato.
Nella classifica troviamo al primo posto nella Storica Matteo Peruzzi dell’Arezzo mentre nella Vintage è primo Pietro di Bernardini del Vespa Club Capena. Per la GS prima posizione di Alessandro Moretti dell’Arezzo e nella Expert Riccardo Lombardelli del Macerata primo anche nella classifica assoluta. Nella Squadre si impone il Vespa Club Milano davanti al Vespa Club Roma ed al Vespa Club Ariccia.
Grazie ancora quindi al Vespa Club Frascati sperando che molti altri Vespa Club in giro per il nostro bello stivale facciano rivivere queste mitiche manifestazioni con quei mezzi storici che le avevano già da giovani percorse.

 

 
         
    5a prova COPPA ITALIA GIMKANA 2017
3a prova CAMPIONATO LOMBARDO GIMKANA 2017
 
    CHIARI - 14 maggio 2017  
     


Appuntamento con la quinta tappa di Coppa Italia Gimkana a Chiari (Bs) domenica 14 maggio 2017, giornata particolarmente calda, che ha visto la presenza di ben 15 vespa club e 50 piloti.
Nella categoria Under18 si aggiudica la prima posizione del podio il giovanissimo pilota di casa Ivan Agosti seguito da Fabrizio Donini del San Mauro Pascoli e da Stefano Presciuttini del Todi.
La categoria PX segna una doppietta del Sirmione che piazza Fabrizio Oliosi e Benito Signori sui primi gradini del podio seguiti da Emanuele Agosti del Chiari. Nella categoria Promo si distingue, nonostante una seconda manche da dimenticare, il pilota di casa Marco Marini seguito da Fabio Sambuco del Todi e Renzo Fabbri del Forlì. La categoria Expert vede la vittoria di Stefano Miani del Castelfranco Emilia seguito da Luca Fantozzi del Forlì e Alessandro Benetti del Chiampo.  Nella classifica a squadre primo il Vespa Club Sirmione seguito dal Vespa Club Chiari e dal Vespa Club Forlì.
La giornata era inoltre valida come 3° tappa del Campionato Lombardo Gimkana dove, con due manche di anticipo, il Vespa Club Chiari si aggiudica per il secondo anno consecutivo il primo posto a squadre in campionato.
Dopa questa prima parte del Campionato si puà già tirare qualche conclusione: abbiamo visto una buona partecipazione ed un buon vivaio di giovani che stanno crescendo e quindi dobbiamo trovare il modo di valorizzarli maggiormente. Per quel che riguarda le classifiche provvisorie delle categorie troviamo al primo posto nella PX Benito Signori con un buon vantaggio su Fabrizio Oliosi, nella Promo molto affollata, emerge attualmente l’ex Expert Renzo Fabbri ma subito dietro c’è Stefano Donini. La Under 18 è dominata da Fabrizio Donini e dietro di lui due signorine, Alice Signori e Mia Donini che speriamo rimangano sul podio alla fine. Combattuta a due la Expert con Stefano Miani in testa davanti a Luca Fantozzi, mentre la Squadre è appannaggio del Sirmione davanti a Forlì. Tutto può ancora succedere ad un terzo del campionato, ma qualcuno di questi dati sicuramente rimarrà tale.

 

 
         
    1a prova CAMPIONATO CAMPANO GIMKANA 2017  
    BACOLI - 14 maggio 2017  
     


Torna in grande stile il campionato campano Vespa Gimkana, con la prova di debutto per la stagione 2017 sul molo di Baia, Bacoli (NA). Una location insolita, che ha visto la presenza dei vespisti in un luogo frequentato da yacht e turisti curiosi, con un panorama mozzafiato, sole, mare ed il Vesuvio sullo sfondo hanno fatto da richiamo ai numerosissimi piloti presenti. Pubblico attento, curioso e affascinato dalle abilità dei partecipanti e dalla bellezza dei mezzi multicolori che hanno affrontato un circuito breve, ma molto tecnico e ricco di insidie, a partire dal fondo lastricato di sanpietrini.
Già con i primi piloti la manifestazione si faceva accesa, segnando subito i tempi da battere nella categoria Large, grazie al già noto Lello D'Inverno del Vespa club Napoli. Ma non sono mancati i colpi di scena, infatti alla fine si assiste al sorpasso, prima con Antonio Zollo del Vespa Club Avellino che fa segnare il suo miglior tempo, sotto il minuto, e poi da Giuseppe Carotenuto, nuovo socio del Leoni Rossi che fa segnare, con lo stupore di tutti, il record di giornata.
Nella categoria Small, si fa apprezzare moltissimo l'utilizzo della fotocellula, che decide il podio con i primi tre tempi racchiusi in una manciata di centesimi. Primo su tutti Marco Evangelista, che supera il suo compagno di squadra del Vespa Club Avellino, Emanuele Zollo, alla fine della seconda manche. Terzo, Nicola Esposito, del Vespa Club Leoni Rossi con il suo cinquantino storico, molto elegante. La classifica a squadre vede al primo posto il Vespa Club Avellino, al secondo posto il Vespa Club Leoni Rossi, grazie ai nuovi soci sorrentini, e al terzo posto il Vespa Club Napoli.
La giornata si conclude con i saluti del Presidente Cipriano Carannante che ha ringraziato più volte il nuovo coordinatore sportivo campano, Enrico La Manna, nominato in quel ruolo il giorno prima, durante la riunione dei presidenti di Vespa Club campani.

 

 
         
    1000km VESPISTICA 2017  
    MANTOVA - 26, 27 maggio 2017  
     


Ebbene si, la tanto attesa tredicesima edizione della 1000 km vespistica si è consumata tra suoni, colori, fumo di miscela, controlli orari e tanto altro, nell’ultimo fine settimana di maggio. La scelta non poteva essere migliore in quanto il tempo è stato veramente ottimo, non troppo caldo di giorno, a parte gli ultimi chilometri prima dell’arrivo, e non troppo freddo di notte e sui passi di montagna transitati. Una edizione della manifestazione da ricordare per tantissimi motivi, il primo per la grande partecipazione dei 341 piloti che la porta ad essere la seconda in assoluto, ma anche la prima dell’era moderna nel confronto anche di qualsiasi altro tipo di manifestazione sportiva. Da ricordare inoltre perchè il giro di boa è avvenuto a Roma, e andarci in Vespa è sempre un gran bel piacere, la città eterna ha accolto i vespisti con il suo grande cuore, purtroppo la permanenza è stata molto ridotta ma il ricordo rimarrà comunque indelebile nella mente di chi era presente. Altro motivo di ricordo è per l’aspetto sportivo, ormai a questa manifestazione sono moltissimi i piloti che possono ambire al podio, e quindi la suspence è stata massima fino alla fine per vedere il vincitore. Di fatto, con l’inserimento dei tempi e delle classifiche sul sito della Federazione Italiana  Cronometristi  dopo ogni gruppo di passaggi, la manifestazione è diventata a tappe, e dopo ogni tappa  una nuova classifica parziale appariva con delusioni e sorprese per chi era riuscito a migliorare o peggiorare le posizioni precedenti.
I due portali storici ed i viali alberati di Palazzo Te a Mantova hanno fatto da teatro alla partenza ed all’arrivo dei temerari vespisti, logisticamente perfetto tutto questo, con il parcheggio per furgoni e carrelli annesso. Per altro, la super organizzazione del Vespa Club Mantova, collaudata da ben quattro 1000 km, da 10 Cimento invernale, da un Trofeo delle Regioni tanto per citare alcune manifestazioni sportive, ma anche  da un Vespa World Day che è stato il raduno vespistico più grande della storia della Vespa, anche stavolta è stata impeccabile.
Naturalmente anche la collaborazione dei Club lungo il percorso è stata ottima, Perugia e Viterbo per quel che riguarda i Controlli Orari, Forlì e Mugello per i Controlli a Timbro e Vespa nel Tempo per la sosta romana che prevedeva anche il giro di Roma By Night.
Abbiamo parlato di Controlli Orari, quelli che poi decidono la classifica finale al netto di altre penalità accumulate sul percorso, mancanza di timbri o di fasce identificative, o numeri, o anche piedi a terra nei tratti no-stop. Stavolta i Controlli Orari sono stati dodici, tre per quattro volte, alla partenza, a Perugia, a Viterbo ed all’arrivo, creando quel brivido in più che la registrazione dei cronometri obbliga a fare ogni volta. Il percorso delle prove sempre uguale dappertutto con due concorrenti che transitano allo stesso tempo e gli altri a 30 secondi di distanza. Una piccola difficoltà in più la disposizione delle fotocellule, non perpendicolare al percorso ma obliqua con conseguente problematica in più per raggiungere quell’agognato zero al centesimo.   
Dopo la prima serie di passaggi alla partenza troviamo in testa il torinese Davide Ciconte con nove penalità, al secondo posto si piazza Deris Franzini del Mantova ed al terzo Simone Stangalino del Pavia, al quarto e quinto posto rispettivamente Elvezio Biserni del Mantova e Tomas Calzà del Rovereto appaiati a 14 penalità.
Dopo la seconda tornata di Perugia al vertice si insedia Deris Franzini con al secondo posto Tomas Calzà, mentre al terzo scende Davide Ciconte, i tre sono praticamente appaiati in sole 4 penalità, con qualche penalità in più al quarto posto risale Flavio Scatola del Montecchio Emilia ed al quinto Leonardo Pilati del Rovereto che assieme ad Elvezio Biserni e Marco Tomassini sono gli unici piloti che potrebbero vincere per la seconda volta la prestigiosa manifestazione.
Dopo la notte a Roma si giunge a Viterbo dove i tre passaggi decretano il ritorno a leader provvisorio di Davide Ciconte, Deris Franzini diventa secondo e Flavio Scatola terzo, al quarto posto appare Andrea Saletti del Mantova ed al quinto rimane Leonardo Pilati. Visti i risultati parziali, se per i primi due il vantaggio sembra ormai rilevante, non così si può dire per le successive posizioni, in bilico per una decina di centesimi, bisogna attendere la fase di arrivo per tirare le definitive somme.
Il passaggio sul viale di palazzo Te dopo circa 33 ore e 1080 km percorsi in Vespa fa emergere l’equilibrio mentale e di forze di Davide Ciconte che pur perdendo parte del vantaggio si conferma in testa e quindi vincitore della tredicesima 1000 km. La sua prestazione sotto le ottanta penalità totali fa emergere la sua bravura in queste manifestazioni di lunga durata, dopo la vittoria all’Audax delle Puglie la scorsa stagione, il merito è anche maggiore per aver incontrato a Perugia dei problemi meccanici risolti comunque alla meglio, ma che avrebbero potuto minare il suo equilibrio e la sua concentrazione. Al secondo posto, staccato di sedici centesimi troviamo Leonardo Pilati, egli stesso sorpreso del risultato, avvenuto per la sua prestazione ma anche per gli errori finali degli avversari, la sua terza volta sul podio nelle ultime tre edizioni della 1000 km fa comunque capire che il prestigioso risultato non è giunto per caso, il bis di vittorie alla 1000 km anche stavolta rimane un mito.
Terzo posto finale per Flavio Scatola, neo Expert perchè Campione Italiano in carica della Promo, per lui, giunto velocemente ai vertici della specialità e definito il migliore pilota emergente della stagione scorsa, ancora un pò di esperienza e farà vedere i sorci verdi a tutti, la sua giovane età gli assicura un grande futuro a patto che sappia sempre tenere i nervi saldi, il sorriso sulle labbra e la testa sulle spalle come in questa occasione.
Solo quarto Deris Franzini caduto proprio nel finale e quinto Andrea Saletti primi due piloti per poco sopra le cento penalità ma staccati di molto dai successivi, i due probabilmente sono stati traditi dalla emozione di giocarsi il podio proprio in casa, nella più importante manifestazione di specialità.
Le categorie sono andate a Davide Ciconte la Ruote da 10, a Leonardo Pilati la PX, a Tomas Calzà la Faro Basso, a Gaspare Sola del Pinerolo la Ruote da 8, a Roberta Sironi la Femminile, a Mirko Zambaldo la Registro Storico, a Claudio Federici la GS, a Walter Bertoli la Automatiche, a Deris Franzini il Trofeo Pascoli, a Bart Bergans quella degli stranieri ed al Vespa Club Mantova la Squadre.

 

 
         
    2a prova CAMPIONATO CALABRESE GIMKANA 2017  
    CASTROVILLARI - 7 maggio 2017  
     


Anche quest’ anno, ai piedi del Pollino, gli organizzatori locali sono riusciti a realizzare la seconda tappa del Campionato Calabrese di Gimkana Vespa domenica 7 maggio.
L’area preposta presentava una pavimentazione ideale per il tipo di manifestazione, purtroppo la mattina del 7, un forte vento ha regalato la sorpresa di vedere travolte tutte le transenne ed ha impedito la posa dei birilli. Di comune accordo tra i Club ed autorizzati dal responsabile FMI, per non annullare la giornata a cui hanno partecipato, oltre agli iscritti locali, quelli provenienti da altri 5 club che distano molti km da Castrovillari, si è deciso di svolgere comunque la prova segnando a terra dei cerchi su cui avrebbero dovuto poggiare i birilli, mentre gli altri ostacoli sono stati tutti sistemati.
Nonostante poco distante vi fosse una manifestazione podistica che ha richiamato molti spettatori, abbiamo registrato la presenza di un discreto pubblico accorso anche dai paesi limitrofi.
La premiazione, tenutasi al ristorante, ha visto tra i 30 piloti iscritti, per la categoria Large al primo posto con due vittoriose manche Allevato Fabio del Vespa Club Florense, al secondo Rachele Domenico del Vespa Club Rosarno, mentre al terzo si è classificato Schettino Giovanni del Vespa Club Castrovillari.
Molto combattuta la categoria Small con quattro piloti in soli 60 centesimi, il migliore è stato Luppino Giuseppe del Vespa Club Nicotera, al secondo posto Francica Vincenzo sempre del Nicotera ed al terzo La Cava Renato del Vespa Club Florense.

Infine per la categoria a squadre ha primeggiato il Vespa Club Nicotera, seguito dal Vespa Club Florense e dal Vespa Club Rosarno.

 

 
         
    2° RAID TERRA DEI BORBONI
1a prova CAMPIONATO PUGLIESE LUCANO REGOLARITA' 2017
 
    CEGLIE MESSAPICA - 29,30 aprile, 1 maggio 2017  
     


Si è svolto, nelle giornate dal 29 aprile al primo maggio 2017, il Vespa Raid dei Borboni, dalla Valle d’Itria al Gargano, magistralmente organizzato dal Vespa Club Ceglie Messapica in preziosa collaborazione con il vicino Vespa Club San Vito dei Normanni. 
La manifestazione era inserita nel Campionato Interregionale di regolarità di Puglia e Basilicata ed alla partenza da Ceglie Messapica, sabato 29 aprile, erano presenti ben dieci Vespa Club partecipanti per un totale di circa 60 vespisti tra conducenti e passeggeri. Gli equipaggi da subito sono stati messi a dura prova per il forte temporale che insisteva sulla zona ed hanno guidato ininterrottamente sotto la pioggia battente fino a Cerignola.
Domenica 30 aprile alle ore 9.00 da Peschici lo start al primo equipaggio ed a seguire ad ogni minuto tutti gli altri, il percorso è stato disegnato tutto sul promontorio del Gargano, territorio questo ad alta valenza turistica e di particolare spettacolarità con suggestivi paesaggi impreziositi da perle turistiche quali Vieste e Peschici. Lungo le tratte i controlli a timbro hanno attestato la regolare percorrenza da parte dei conduttori del percorso predisposto, a Borgo Celano era previsto il primo Controllo Orario intermedio presso l’Hotel Rossemi dove i partecipanti hanno effettuato la sosta per il pranzo.
Alle 15.00 nuovo start per il secondo Controllo Orario intermedio e partenza attraverso San Giovanni Rotondo, Manfredonia, Mattinata, Pugnochiuso e Vieste per arrivare al Controllo Orario finale presso l’Hotel Valle Clavia di Peschici, il percorso, oltre alle indicazioni del road book, era stato interamente frecciato.
Tra i partecipanti era presente il Consigliere Nazionale del Vespa Club d’Italia Mario Morgese che in sella alla sua Vespa GS ha vinto la relativa categoria partecipando con i colori del Vespa Club Santo Spirito, al secondo posto Francesco Russo ed al terzo, Ferruccio Corvaglia entrambi del Vespa Club Lecce.
Per la categoria Promo sul podio sono saliti al primo posto Fabio Menolascina del Vespa Club Palo del Colle, al secondo posto Antonello Milano del Vespa Club Gioia del Colle ed al terzo posto Carlo Sunna del Vespa Club Lecce. Nella classifica a squadre vince il Vespa Club Taranto davanti al Vespa Club San Vito dei Normanni, terzo il Vespa Club Lecce e quarto il Vespa Club Ceglie Messapica.
Alla premiazione il Presidente del Vespa Club Ceglie Messapica Giuseppe Nacci ed a seguire il Presidente del Vespa Club San Vito dei Normanni Massimo Tanzarella hanno ringraziato i partecipanti e tutti quanti hanno reso possibile questa fantastica manifestazione. Infine. il Consigliere Mario Morgese ha portato il saluto del Vespa Club d’Italia e si è complimentato con tutti i partecipanti e con lo staff organizzatore, ha auspicato che in futuro sempre più manifestazioni di questo genere portino una maggiore visibilità ai club regionali.

Anche i partecipanti hanno espresso soddisfazione per la manifestazione e si sono prenotati per una prossima edizione, non resta altro che dare un arrivederci a tutti alla prossima edizione del Vespa Raid “Terre dei Borboni".

 

 
         
    1° TROFEO PIETRO PANDIAN
2a prova CAMPIONATO ITALIANO RIEVOCAZIONI STORICHE 2017
2a prova CAMPIONATO TRIVENETO REGOLARITA' 2017
 
    SAN GIOVANNI ILARIONE - 14 maggio 2017  
     


Siamo nelle meravigliose valli veronesi che dalla zona est di Verona si stendono numerose e parallele verso nord, ricche di acqua limpida e vegetazione rigogliosa rappresentano un grande polmone verde sia per i boschi che per l’agricoltura. La più ad est di esse, che segna l’estrema propaggine orientale dei monti Lessini è la Val d’Alpone che prende nome dall’omonimo torrente.
A metà della valle, a San Giovanni Ilarione risiede il Vespa Club Valdalpone che volonteroso di organizzazioni ha messo in calendario la seconda prova del Campionato Storico di Regolarità regalando una grande gioia a Pietro Pandian, arzillo e lucido novantenne, storico meccanico e concessionario Vespa del paese, per aver dedicato a lui questa manifestazione.
E proprio davanti alla vecchia officina, ormai chiusa, di Pandian, la partenza, con la prova cronometrata da ripetere tre volte, all’inizio, a metà ed alla fine del percorso di trasferimento che è risultato essere molto bello ma anche impegnativo specialmente nei tratti di sottobosco dove l’umidità della notte era ancora ben presente sull’asfalto. Asfalto che è stato teatro di passaggio anche della 1000 km che proprio da queste strade è transitata nella sua edizione del 2015, lasciando un buon ricordo a valligiani e concorrenti.
Già prima di mezzogiorno, il sole ha cominciato a scaldare ricordando che anche se fino adesso qui al nord la temperatura è stata un po’ freddina, siamo comunque a primavera inoltrata, periodo migliore per tirare fuori le nostre Vespa e guidare in tutta libertà.
E sono stati quasi una cinquantina quelli che hanno tirato fuori la propria Vespa e si sono allineati alla partenza di questa manifestazione, alla fine il cronometro ha decretato i suoi verdetti. Nella Storico vince Maurizio Norbis del Chiari davanti a Nicola Lonati sempre del Chiari ed a Ettore Braghini del Rovereto. Nella categoria GS primo posto per Roberto Cicognani del San Giorgio davanti a Giancarlo Giubelli del Mantova e ad Alessandro Moretti dell’Arezzo. La Expert è di Fabio Agnolin del Rovereto mentre secondo è Emanuele Gobbato dell’Aviano e terzo Fabio Ederle del VR 37100. La numerosa e combattuta Vintage è appannaggio di Matteo Datteri del Brescia, secondo posto per Martin Schifferegger del Rovereto e terzo per Emanuela Selva del Milano.
Nella Squadre vince il Vespa Club Rovereto davanti al Vespa Club Milano ed al Vespa Club Chiari.

 

 
         
    3a prova COPPA ITALIA GIMKANA 2017  
    BIELLA - 1 maggio 2017  
     


Da Todi al centro della penisola, la Coppa Italia di Gimkana si sposta a Nord Ovest, in Piemonte a Biella dove oltre al campionato nazionale si disputa anche la prima prova del neo nato campionato Piemonte - Valle d’Aosta. In questa occasione il meteo ha decisamente girato le spalle ad organizzatori e piloti tanto che Giove Pluvio ha sfogato tutta la sua potenza con una pioggia violenta ed ininterrotta accompagnata da un freddo vento da nord. Nonostante questo, il team degli organizzatori di Biella ed Ivrea capitanati da Claudio Forno e Niccolò Santin hanno predisposto ed organizzato tutto al meglio. In un grande piazzale decorato con una bellissima coreografia di sagome di Vespa, è stato tracciato un percorso scorrevole, con una parte veloce ed una parte tecnica, qualche semplice incrocio che non ha causato errori, anche se la difficoltà maggiore è stata data dalla forte pioggia.
Ritorno alla vittoria di Benito Signori del Sirmione nella PX, che si aggiudica entrambe le manche e si porta al comando della classifica generale, al secondo posto il compagno di squadra Fabrizio Oliosi e terzo il pilota del Milano Massimo Bassi. Nella under 18 dominio assoluto di Fabrizio Donini del San Mauro Pascoli che prende decisamente il largo nella classifica di Coppa, al secondo posto Alice Signori del Sirmione e terza la giovanissima Mia Donini sorella di Fabrizio. La famiglia Donini lascia il segno anche nella categoria Promo, con Stefano che vince davanti a Marco Marini del Chiari ed al terzo classificato Mario Negrini del Milano. La categoria Expert vede al via solo un pilota che è Luca Fantozzi del Forlì, egli porta a casa 50 ottimi punti per la classifica generale. Per quanto riguarda la categoria a squadre vince Sirmione davanti a San Mauro Pascoli e Milano.
Durante le premiazioni i vincitori si sono visti consegnare come premio delle particolari sagome in legno di Vespa di notevoli dimensioni, premi insoliti, artigianali ma molto graditi dai piloti, che hanno voluto ringraziare tutto lo staff organizzativo per l‘ottimo lavoro svolto nonostante il meteo veramente sfavorevole con un grande applauso.
Siamo certi che il meteo non ha scoraggiato gli organizzatori, che se lo vorranno, andremo a trovare di sicuro anche nella prossima stagione.

 

 
         
    7° TROFEO CITTA' DI RECANATI
1a prova CAMPIONATO ITALIANO RIEVOCAZIONI STORICHE 2017
1a prova CAMPIONATO MARCHIGIANO REGOLARITA' 2017
 
    RECANATI - 7 maggio 2017  
     


Si apre nella terra di Leopardi il Campionato Italiano Storico 2017, Recanati accoglie i vespisti da mezza Italia che portano in giro le loro Vespa Storiche che nel contesto di palazzi e piazze storiche dei quali la città è ricca non sono certamente fuori luogo. Per questo è sempre un gran piacere arrivare a Recanati ed essere accolti calorosamente dalla Presidente Lucia, per l’occasione anche cuoca al sabato sera, e dai suoi validi collaboratori, per vivere in tutta la sua storicità non solo vespistica questa manifestazione.
I paesaggi molto belli dell’entroterra recanatese con il mare sempre sullo sfondo questa volta sono stati contornati dallo stupendo grigiore di nubi minacciose che però hanno graziato quasi totalmente i piloti. Strade e stradine con qualche passaggio anche su sterrato non hanno messo in difficoltà più di tanto le vecchie Faro Basso e le brillanti GS che da giovanissime ne avevano percorse di strade sterrate, semmai qualche guidatore si è trovato impacciato, ma non certo loro, le nostre Vespa Storiche! A parte gli scherzi tutto bello e ben organizzato, i tre controlli orari posizionati in modo da trovare la massima difficoltà possibile nel compierli, sotto il portico di un palazzo antico il primo ed il terzo e su una salita molto impegnativa il secondo. Oscurità e fondo lastricato la difficoltà per i primi due mentre per il secondo, la salita, che obbligava a calcolare bene il passaggio per non passare in ritardo.
Poi i verdetti si vedono alla fine ed alla fine il responso è stato buono per i piloti del Vespa Club Mantova che hanno piazzato al primo posto della Expert Cristian Meneghelli ed al primo posto della GS Giancarlo Giubelli. Le altre due categorie, la Vintage e la Storica sono andate rispettivamente a Fausto Ottaviani del Macerata ed a Luciano Moneta del Milano. Nella Squadre si impone il Vespa Club Milano con Moneta Selva e Acquistapace davanti a Macerata e Rovereto.
I trofei Pascoli in palio per i primi tre dell’Assoluta sono andati a tre di questi piloti, Meneghelli, Giubelli e Moneta che se li sono visti consegnare dal Sig Mauro Pascoli in persona al quale va il ringraziamento e la riconoscenza da parte di tutto il mondo sportivo in Vespa per questo meravigliosi premi.

 

 
         
    1a prova CAMPIONATO CALABRESE GIMKANA 2017  
    NICOTERA - 23 aprile 2017  
     


Ottima l’apertura della stagione di Gimkana in Calabria a Nicotera il 23 aprile scorso, oltre 35 i concorrenti presenti sul tracciato predisposto dagli organizzatori che si sono dati battaglia nelle due classiche manche a contendersi la vittoria nelle due categorie Small e Large. Da non sottovalutare anche la categoria a Squadre che prevede tre partecipanti e quindi un buon affiatamento tra le varie componenti.
Dominio in questa occasione dei piloti locali che hanno vinto la categoria Large con Carmine Zappia che ha regolato Fabio Allevato del Florense ed il più esperto Domenico Rachele del Rosarno. Vittoria anche per Giuseppe D’Aloi, alias Karako nella categoria Small, davanti ad altri due piloti del Nicotera Francica Vincenzo e Giuseppe Luppino. Non poteva essere che del Vespa Club Nicotera la prima posizione della Squadre con D’Aloi, Francica e Luppino, davanti al Vespa Club Florense con La Cava, Caligiuri e Allevato ed al Vespa Club Rosarno con Cunsolo e Rachele.
Da segnalare la prima apparizione del neo nato Vespa Club Amantea che speriamo di vedere anche ai prossimi appuntamenti sportivi in regione.

 

 
         
    CRITERIUM VESPISTICO DELLE FIANDRE  
    BELGIO - 30 aprile 2017  
     


“L’amor che move il sole e le altre stelle” diceva il sommo poeta Dante per concludere la sua Divina Commedia, e se non l’amore per la Vespa cos’è che fa muovere oltre cento piloti con delle Vespa ante ’56 a ritrovarsi in Belgio per percorrere 450 km di strade e stradine delle Fiandre? Uomini e Vespa provenienti da mezza Europa, che si ritrovano a Mol, un paesino in mezzo a boschi e laghi, per affrontare una epica giornata su due ruote da 8 pollici, con la benzina al 5 %, con rischio freddo e pioggia. Tutto questo per amore nei confronti di quel veicolo che ci fa sentire una unica famiglia, che ci fa compiere sforzi alle volte superiori alle nostre forze, che come tutti i motori amiamo ed odiamo, ma che alla fine ci dona sempre delle enormi soddisfazioni.
E qui in Belgio le soddisfazioni sono state tante, già essere allineati alla partenza di una così prestigiosa manifestazione che non si svolgeva da oltre 50 anni è stato un successo, partire ed arrivare nei tempi imposti è stato difficile ed in qualche caso rischioso, ma arrivare in fondo è stata comunque una soddisfazione unica. Essere classificati nei primi 10 un grande successo ed essere sul podio o vincere una soddisfazione indimenticabile. Come era prevedibile sono stati tre italiani a classificarsi in queste tre posizioni: il primo posto se lo è aggiudicato con un ottimo totale di penalità il maceratese Riccardo Lombardelli con una accorta condotta di gare, qualche segreto non svelato ed un po’ di fortuna che non guasta mai. Lombardelli ha più che doppiato il secondo classificato Maurizio Norbis del Chiari, abituato come pochi a gareggiare con la Faro Basso ma in difetto in questa occasione nei passaggi cronometrati che per vari motivi hanno messo tutti in difficoltà. Terzo classificato Davide Palini, sempre del Chiari con un ottimo exploit personale, anche perché a cavallo di una Faro Basso pressoché originale che neanche nei tratti veloci permetteva di recuperare tempo prezioso. Quarto e quinto rispettivamente i belgi Stefan Peruzzi e Mario Zambonini unici assieme ai piloti del podio a stare sotto le 1000 penalità, che per i soli quattro controlli orari al centesimo danno il senso della difficoltà della manifestazione.
Molto complicata la logistica, con partenza e arrivo ad 80 km di distanza, operazioni preliminari e partenza non nello stesso luogo, pranzo e premiazioni ad una ventina di km dall’arrivo. Ma comunque  una manifestazione unica, una esperienza unica, chi segue un po’ il ciclismo si è visto proprio su quelle strade del giro delle Fiandre, con le stradine strette ed i muri di pavè talmente ripidi da fare in prima marcia. Una manifestazione di altri tempi e forse qui ci si è resi conto che le medie di percorrenza dei tempi antichi erano forse più abbordabili di adesso, limiti dei 30 orari, l’attraversamento di caotiche città come Ostenda e Brugge, moltissimi semafori e strette rotonde hanno fatto si che la media prevista dei 38 orari diventasse molto difficile da tenere. Dovranno tenerne conto gli organizzatori per le prossime volte come già ci si è resi conto in Italia che per queste  manifestazioni le medie devono essere non solo teoriche in base ai km da percorrere ma molto più basse, per non correre il rischio che diventino di fatto manifestazioni di velocità.

 

 
         
    2a prova COPPA ITALIA GIMKANA 2017  
    TODI - 23 aprile 2017  
     


La Coppa Italia di Gimkana si sposta al centro della penisola, nella verde Umbria e più precisamente a Todi per il secondo appuntamento della stagione 2017. La giornata è iniziata ricordando l’amico Attilio Agostini, grande protagonista del vespismo e dello sport in Vespa, a lui ed al ciclista Scarponi (come richiesto dal CONI a tutte le federazioni ed Enti sportivi) viene dedicato il minuto di silenzio prima del via. Ottima l’accoglienza del club umbro che durante tutta la manifestazione ha deliziato piloti ed accompagnatori con diverse leccornie, fra cui un’ottima porchetta. Molto veloce il percorso, intuitivo e guidato, con alcuni passaggi tecnici che richiedevano concentrazione e freddezza, sono stati oltre trenta i piloti al via, diversi i volti nuovi che speriamo di rivedere anche nelle prossime occasioni.
Numerosa la categoria PX che riserva grandi sorprese, al termine della prima manche tre nomi diversi dagli ultimi podi di questa categoria e sono Stefano Giorgi del Sant’Arcangelo di Romagna che con un giro perfetto ferma il cronometro ben cinque secondi prima di tutti gli altri concorrenti, secondo Alessandro Lanari del Todi che ormai può considerarsi uno dei big mentre terzo un ottimo Oliviero Resta del Castelfranco Emilia sempre più a suo agio con la Vespa larga. Nella seconda manche cambia poco, solo il terzo gradino del podio che viene conquistato con i denti da Benito Signori del Sirmione mentre restano invariate le altre posizioni.
Grandi sorprese nella Under 18 con due giovani piloti del Todi a dettar legge, Stefano Presciuttini si impone in entrambe le manche con degli ottimi tempi, al secondo posto Fabrizio Donini del San Mauro Pascoli che prende il largo nella classifica generale, mentre terzo è l’altro todino Federico Pascucci. Speriamo di vedere anche questi nuovi giovani talenti partecipare ad altre manifestzioni e non solo a quella di casa, in primis ai prossimi campionati italiani che si svolgeranno a Ciampino il prossimo settembre.
Va ai padroni di casa anche la vittoria della categoria Promo con Fabio Sambuco che si aggiudica entrambe le manche, secondo Stefano “Tac Tac” Salaroli del Castelfranco Emilia sempre più spesso nelle posizioni da podio che ottiene il secondo tempo in entrambe le manche, il terzo gradino del podio se lo aggiudica Luigi Mastantuono del Sirmione con una veloce e pulita seconda manche ai danni di Renato Baiani del Viterbo che si era aggiudicato la prima.
Tre i piloti Expert al via, ritorno alla vittoria di Stefano Miani del Castelfranco Emilia, secondo Luca Fantozzi del Forlì e terzo il nuovo expert Andrea Tiburzi del Macerata.
La vittoria delle squadre va ai piloti locali de Vespa Club Todi, seconda squadra il Castelfranco Emilia, e terza il San Mauro Pascoli.
Le Premiazioni si sono svolte con la partecipazione dei familiari di Attilio Agostini, il premio speciale a lui intitolato è stato dato alla giovanissima Mia Donini, quale pilota più giovane ad aver preso parte alla manifestazione, in memoria del lavoro svolto da Attilio nel portare lo sport in Vespa verso i giovani.

 

 
         
    CORSO GIMKANA 2017  
    BIELLA - 23 aprile 2017  
     


Anche come preparazione alla prima manifestazione di Coppa Italia di Gimkana a Biella che si svolgerà lunedì primo maggio, gli amici del Vespa Club locale hanno voluto una giornata dedicata alla teoria ed alla pratica di questa disciplina. Come già in molte altre regioni italiane il Direttore Sportivo Leonardo Pilati si è messo a disposizione per questa iniziativa proponendo ai presenti testi, foto e filmati con l’obbiettivo di far appassionare sempre più vespisti a questo settore.
La giornata si è concretizzata domenica 23 aprile nella stupenda cornice di Palazzo Boglietti a Biella, un edificio moderno dalla struttura architettonica avveniristica, adibito a mostre, conferenze e convegni che bene si è prestato alle esigenze dei vespisti. Dopo la mattinata teorica, al pomeriggio si è passati alla parte pratica con la tracciatura di un breve percorso che è stato poi provato dai partecipanti, alla fine si è svolto per tutti un percorso di prova a tempo nel quale sono risultati i migliori Alex Bosco per le Vespa small, Nicola Magaragia per le Vespa large e Valentina Demontis per la categoria femminile.
Come per incanto alla fine della manifestazione sono apparsi molti gruppi di vespisti provenienti da vari Club della zona, convocati per il taglio della torta a festeggiare il compleanno della Vespa che proprio a Biella ha costruito i suoi primi prototipi. Il 23 aprile si festeggia non proprio il compleanno della Vespa ma la presentazione del brevetto all’ufficio brevetti di Firenze, avvenuto 71 anni fa.
Grazie quindi al Vespa Club Biella, al suo Presidente Piermario ed a tutti i suoi fattivi collaboratori in particolare a Claudio, per aver messo in atto questa iniziativa che assieme alla prova di Coppa Italia ha portato in quel di Biella una ventata sportiva che speriamo sia duratura e ricca di soddisfazioni per tutti.

 

 
         
    1a prova COPPA ITALIA GIMKANA 2017
2a prova CAMPIONATO LOMBARDO GIMKANA 2017
 
    BULCIAGO - 9 aprile 2017  
     


52 Piloti di 14 Vespa Club hanno dato il via a Bulciago in provincia di Lecco all’edizione 2017 della Coppa Italia di Gimkana. Una bella giornata di sole ha dato il benvenuto ai vespisti che hanno invaso il parcheggio della chiesa di Bevera di Sirtori, accolti dal profumo delle salamelle che gli organizzatori avevano preparato. Il tracciato abbastanza lungo e forse un pochino tortuoso per i numerosi incroci ha messo in difficoltà sia i nuovi piloti ma anche diversi esperti.
Come da regolamento i primi a partire sono i piloti della categoria PX, la categoria vede la prima vittoria di Ilaria Ambrosi del VR37100 che da unica donna presente, in questa occasione regola tutti i suoi colleghi maschi con due buone manche; al secondo posto Benito Signori del Sirmione che butta al vento la prima manche con diversi errori di percorso, ma una buona seconda gli permette di salire sul podio. Terzo posto per Paolo Giacomotti del Domodossola con solo la seconda manche valida. Ben sette gli Under 18 al via con il roveretano Giacomo Diener che si aggiudica entrambe le manche, al secondo posto staccato di qualche centesimo il giovane Fabrizio Donini del San Mauro Pascoli, terzo Ivan Agosti del Chiari un po’ staccato dai primi due. Da segnalare l’ottimo esordio di Mia Donini di soli 10 anni che effettua un bel percorso netto dimostrando grinta e carattere.
Più di trenta i piloti della categoria Promo, anche qui qualche errore di percorso ha condizionato il responso della categoria vince nettamente Renzo Fabbri primo e unico pilota retrocesso dalla Expert grazie al nuovo regolamento, che si aggiudica entrambe le manche, al secondo posto Luigi Mastantuono del Sirmione e terzo Stefano Donini del san Mauro Pascoli.
Solo due gli Expert in gara e ritorno alla vittoria di Luca Fantozzi del Forlì che si aggiudica entrambe le manche, secondo è Stefano Miani del Castelfranco Emilia, la categoria Squadre è vinta dal Vespa Club Forlì, seguito da Castelfranco Emilia e dal San Mauro Pascoli.
La manifestazione era valida anche come seconda prova del Campionato Regionale Lombardo che ha visto vincitori nelle categorie: Large Benito Signori, Expert Luigi Mastantuono, Esordienti Damiani Barzaghi del Pavia, Promo Antonio Onger del Chiari, Femminile Alice Signori del Sirmione e per le Squadre il Vespa Club Milano.
Ottima l’organizzazione della manifestazione da parte del sempre molto ospitale Vespa Club Bulciago.

 

 
         
    1a prova CAMPIONATO TRIVENETO REGOLARITA' 2017  
    BORGHETTO SULL'ADIGE - 8 aprile 2017  
     


Aspettando la 1000 km, recitava la locandina della manifestazione e pochi, in verità sono stati quelli che l’hanno fatto in quel luogo e con quelle modalità. La manifestazione valida come prima prova del Campionato Triveneto di regolarità si è svolta sabato 8 aprile a Borghetto sull’Adige, paesino di qualche centinaia di anime ma che ha dato i natali al giovane Fabio Agnolin, Campione Italiano 2016 di Regolarità Expert. E per omaggiare lui ed il suo paesino il Vespa Club Rovereto ha voluto organizzare proprio in quel luogo la manifestazione in oggetto. L’accoglienza è stata ottima ed il divertimento pure, con la formula di allenamento libero in mattinata e qualificazioni, semifinali e finali nel pomeriggio, dopo il pranzo consumato proprio in riva al fiume.
Il piccolo paese nel comune di Avio, proprio al confine tra Trentino e Veneto era anticamente il confine anche della nazione quando vi era stabilita la dogana austriaca tra Impero Austro-Ungarico e Regno d’Italia, fu il primo paese occupato dagli italiani alle prime ostilità della prima grande guerra.
La formula ad eliminazione con un solo passaggio al centesimo di secondo per i primi cinque concorrenti ha tenuto fino alla fine in sospensione il risultato, pari al centesimo dopo 5 prove hanno effettuato la finale Pilati Leonardo e Fabio Agnolin, conclusasi a favore di quest’ultimo. Al terzo posto con un ottimo comportamento di gara si è classificato Emanuele Gobbato dell’Aviano, al quarto Matteo Wegher del Rovereto ed al quinto Giancarlo Giubelli del Mantova. Il trofeo Carotta per il primo Promo del Rovereto è andato ad Ettore Braghini, mentre da segnalare la buona prestazione di Isabella Merlo che speriamo di vedere in futuro a qualche altro appuntamento di regolarità.

 

 
         
    AUDAX DELL'AGRO PONTINO 2017  
    APRILIA - 2 aprile 2017  
     


La terra del sole, non ha collaborato in questa occasione con gli organizzatori del Vespa Club Aprilia perché poco prima della partenza del primo concorrente dell’Audax dell’Agro Pontino, ha iniziato a piovere e per tutta la giornata è stato un susseguirsi di pioggia, vento e grandine. La manifestazione è risultata quindi molto impegnativa per concorrenti ed organizzatori che comunque non si sono persi d’animo ma hanno portato a termine in modo eccezionale tutte le attività come da programma.
La manifestazione già a calendario vespistico per qualche edizione negli anni ’60, è stata ripresa il 2 aprile scorso dal Vespa Club Aprilia con la fattiva collaborazione del Moto Club di Aprilia e dell’Avis locale, Benedetto e Antonio i principali addetti ai lavori e poi tutti gli altri collaboratori oltre al Presidente Alfonso.
La storia della città di Aprilia è molto recente, la nascita del comune è datata il 25 aprile 1936, quando, dopo le bonifiche delle paludi dell’Agro Pontino il regime fascista la fonda, come ultima e più a nord delle quattro città simbolo: Littoria, oggi Latina capoluogo, Sabaudia e Pontinia. Le quattro città attraversate dall’Audax portano ancora moltissimi ricordi di quel periodo storico soprattutto nella architettura dei principali palazzi come tribunali, università, municipi, ma anche ad esempio nel cinema teatro dove si è svolta la premiazione e la cena di fine manifestazione. Il cinema è stato da qualche tempo trasformato in un bar ristorante a buffet senza modificarne la struttura, quindi con palcoscenico e galleria e l’atmosfera che vi si respira è proprio ancora quella degli anni trenta.
Tornando all’Audax, dopo la partenza di Aprilia, esso si è snodato verso sud passando per Sermoneta, Terracina e Formia fino ad arrivare al giro di boa di Scauri, poi da Gaeta, Sabaudia e Latina per tornare al traguardo di Aprilia in piazza Roma nel tardo pomeriggio.
Unico piccolo neo della giornata riguarda i rilevamenti cronometrici per alcuni piloti, ai quali sono stati assegnati dei nuovi tempi di passaggio diversi dal programma, per un errore, a questi piloti è stato attribuito un tempo di un secondo diverso da quello effettivamente riportato. Questi concorrenti che in un primo tempo erano finiti in fondo alla classifica sono stati quindi riabilitati, grazie alla correzione delle loro penalità da parte dei cronometristi, e inseriti nella loro effettiva posizione di classifica.
Nutrito il lotto dei partenti con oltre 125 concorrenti, le previsioni del risultato erano a favore degli Expert presenti ed infatti il podio è da essi completato con Leonardo Pilati del Rovereto al primo posto, Alessandro Bisti del Roma al secondo e Flavio Scatola del Montecchio Emilia al terzo. Subito dietro si posiziona il primo Promo, Massimo Trincheri del Riviera dei Fiori, dietro di lui un altro Expert Riccardo Lombardelli del Macerata e quindi a completare il podio della Promo Fausto Ottaviani sempre del Macerata e Garpare Sola del Pinerolo.
Nelle Squadre si impone il Vespa Club Macerata con Lombardelli, Ottaviani e Inverni, secondo è il Vespa Club Torino con Ciconte, Pinna e Cuna, e terzo è il Vespa Club Pisa con Sbrana, Menciassi e Benedetti.

 

 
         
    1a prova CAMPIONATO TOSCANO REGOLARITA' 2017
"MEMORIAL ROBERTO CELESTINI"
 
    PISA - 26 marzo 2017  
     


Il Vespa Club Pisa ha pensato di intitolare la prima manifestazione della stagione VCI/FMI all’amico e campione sportivo Roberto Celestini scomparso il 30 gennaio, che solo pochi mesi fa era presente proprio a Pisa per il Campionato Italiano di Vesparaid, probabilmente l’ultima sua partecipazione. Roberto come ricordato anche durante le premiazioni dall’amico fraterno Domenico Palazzetti, ha dedicato gran parte della sua vita alle due ruote sia come socio che come Presidente dell’AMC Viterbo, dapprima come gimcanista, poi come moto turista, infine  per oltre 30 anni si è dedicato al vesparaid e motoraid sempre raggiungendo buoni risultati.
La manifestazione ha visto la partecipazione di circa 60 concorrenti, oltre al VC Pisa che chiaramente giocava in casa erano presenti i club di Arezzo, Antonino di Carrara, Il Ponte Mediceo, Montevarchi, Pontedera, San Vincenzo, Valdera, Valdelsa, Viareggio. Presenti anche amici del VC Milano, del MC Livorno e MC Guzzi di Empoli in quanto la manifestazione era valevole anche per il campionato Toscano FMI e Trofeo Vespa Sport FMI.
La partenza è avvenuta alla vecchia Stazione Leopolda a Pisa, dove, dopo la prova di abilià, partiva il giro turistico direzione Monte Serra, passando da Buti, Vicopisano, Uliveto Terme,Caprona, Asciano e rientro a Pisa per la seconda prova. Le premiazioni hanno visto consegnare dalle mani di Palazzetti il trofeo “Memorial Roberto Celestini” al primo assoluto della manifestazione Andrea Caccamisi Andrea che si aggiudica anche il primo posto nella classifica Expert. Per la classifica Promo il primo è Valter Innocenti Minuti del VC Valdelsa, secondo il presidente del VC Pisa Alberto Menciassi,  terzo Carlo Giannoni del VC Il Ponte Mediceo.
La Classifica a Squadre che prevede al massimo un Expert per squadra vede Pisa al primo posto  con Caccamisi , Menciassi e Bensi, al secondo il VC Arezzo con Peruzzi, Moretti e Crociani, mentre al terzo il VC Valdera  con Londi, Di Rosa e Pertici.

Degna di nota la partecipazione per la prima volta di alcuni vespisti che per amicizia e curiosità si sono affacciati a questa disciplina, divertendosi e segnando anche tempi soddisfacenti. Prossimo appuntamento a Livorno il 10 giugno per la seconda tappa del Campionato Toscano Regolarità.

 

 
         
    SUPERCOPPA ITALIANA GIMKANA 2017  
    TARANTO - 26 marzo 2017  
     


Ha provato anche il vento, che a metà pomeriggio faceva cadere perfino i birilli, ad impensierire l’organizzazione del Vespa Club Taranto domenica 26 marzo alla Supercoppa Italiana di Gimkana Vespa giunta alla sua quinta edizione. Ma l’organizzazione non ha battuto ciglio, una macchina per fermare il gazzebo che volava via, pesi per gli striscioni e tanta volontà a rimettere in piedi i centinaia di birilli che le folate più potenti facevano cadere.
La soddisfazione di portare a termine negli orari previsti la manifestazione, è stata poi il meritato riconoscimento agli organizzatori, ma anche la grande affluenza dei concorrenti che sono giunti dall’Emilia, dalle Marche, dal Trentino e dalla Calabria, oltre naturalmente che dalla Puglia.
La manifestazione fortemente voluta dal Vespa Club Taranto e dal suo Presidente Tonio Marangi, è stata il giusto risultato del lavoro svolto dal Vespa Club Taranto che da molti anni si prodiga per lo Sport in Vespa portando la gimkana sulle piazze della città dei due mari. Lo svolgimento di questa manifestazione in una regione del sud Italia segna certamente un punto di arrivo ma anche un punto di partenza per nuove ed importanti manifestazioni sportive in Vespa in queste regioni che hanno tradizioni e ricordi molto importanti in questo ambito.
La sfida tra i birilli si è svolta nel parcheggio del centro commerciale Mongolfiera con inizio delle prove e qualificazioni alle ore 9,00, oltre sessanta i partenti nelle due classiche categorie Small e Large che a mano a mano si susseguivano le partenze venivano ridotti di numero, prima con la qualificazione agli ottavi e poi ai quarti.
Il percorso decisamente impegnativo ha messo in difficoltà tutti i piloti presenti e naturalmente ha fatto emergere quelli che più hanno esperienza nel settore, per questo si sono classificati per le semifinali nella categoria Small Stefano Miani, Luca Fantozzi, Leonardo Pilati e Andrea Tiburzi. Bene si sono comunque comportati Donini Stefano, Giuseppe d’Aloi, Renzo Fabbri e Giacomo Diener finiti in questo ordine dal quinto all’ottavo posto. 
Nella Large si qualificano per la semifinale Stefano Salaroli, Oliver Resta, Cristiano Pennelli e Claudio Lanzarini, dietro di loro sono nell’ordine dal quinto all’ottavo Domenico Diasparra, Onofrio Ameruoso, Graziano Antonicelli e Fabio Tatulli, piloti che assieme a Cristiano Pennelli animano il Campionato Pugliese-Lucano.
Si qualificano quindi per la finale Large Salaroli e Resta, Cristiano Pennelli del Vespa Club Taranto è sul podio terzo mentre Claudio Lanzarini del Castelfranco Emilia quarto.
La finale Small è a sorpresa tra Miani e Pilati, mentre finisce terzo il più quotato Luca Fantozzi del Forlì e quarto Andrea Tiburzi con i nuovi colori della sua città Macerata. Senza storia la finale con Stefano Miani del Castelfranco Emilia che vince la sua prima Supercoppa, secondo Pilati Leonardo del Rovereto egli stesso sorpreso del suo risultato.
Nella finale Large, derby tra piloti del Castelfranco Emilia, si impone Stefano Salaroli che a questo punto ha un futuro in PX, davanti a Oliver Resta che si è comunque bene comportato ma è stato tradito da un birillo in entrambe le manche.

La manifestazione prevedeva anche la seconda prova del Campionato Interregionale, sono giunti sul podio della Expert Fabio Menolascina, Arcangelo Vessia e Nicola Facchino tutti del Vespa Club Palo del Colle, mentre sul podio della PX si sono classificati Cristiano Pennelli del Taranto, Massimo De Palma e Saverio Ruggiero entrambi del San Ferdinando di Puglia.
La categoria Promo è stata vinta da Filippo Marangi del Martina Franca con al secondo posto  Antonio d’Amore ed al terzo Dylan Foscherini con i colori del Vespa Club Taranto.

Grazie di nuovo al Vespa Club Taranto per aver voluto nella città ionica questa manifestazione e grazie per averla portata meravigliosamente a termine, grazie anche al neo eletto consigliere nazionale Mario Morgese che da Referente regionale in carica ha supportato l’organizzazione e grazie al comitato sportivo pugliese lucano per aver collaborato. A tutte le componenti un buon proseguimento delle attività sportive che nella Regione Puglia in questa stagione hanno superato per numero quelle turistiche.

 

 
         
    HEAD TO HEAD 2017  
    CHIARI - 12 marzo 2017  
     


Lo sport in Vespa, con le discipline a basso contenuto agonistico che propone, ha sempre bisogno di nuove idee e nuovi stimoli per rendersi più appetibile e per accaparrarsi sempre più nuovi adepti e nuovi Club interessati. Ben vengano quindi le iniziative come quella proposta a Chiari e giunta quest’anno alla seconda edizione. La manifestazione denominata “Head to Head”, di fatto un testa a testa di regolarità, si è svolta a Chiari domenica 12 marzo scorso.
Sessantaquattro i nomi a completare il cartellone dei partenti in una formula nella quale la tecnica è sicuramente importante ma anche la fortuna qualche volta dice la sua. E’ così che nella prova speciale da compiere in 10 secondi puoi rimanere in gara con un brutto tempo o uscirne con uno ottimo, questo dipende da chi ti trovi di fronte e dal suo risultato in quella manche. Se perdi una volta vai a finire nel girone dei perdenti e puoi comunque ancora vincere la manifestazione, se perdi due volte sei inesorabilmente eliminato.
Il passaggio singolo, lo sappiamo, si presta a tutti i risultati e le sorprese ci sono già dalle prime fasi, piloti in giornata eliminano grandi nomi della regolarità passando i vari turni. Moneta e Traversi del Milano non avendo mai perso si incontrano nella finale del girone dei vincenti, vince Traversi e quindi Moneta si incontra con il vincitore del girone dei perdenti Pilati. Passa alla finalissima Pilati per un solo centesimo di differenza, Traversi lo batte per la seconda volta nella giornata ed esce vincente ed imbattuto, secondo quindi è Pilati e terzo Moneta..
Ottima quindi questa manifestazione di apertura annuale della specialità che fa affilare le armi per la stagione 2017 che ci proporrà i soliti campionati e manifestazioni oltre alla biennale 1000 km che questa volta si recherà nella capitale e avrà il record di iscritti per una manifestazione sportiva dell’era moderna.

 

 
         
    CONGRESSO NAZIONALE VESPA CLUB D'ITALIA 2017  
    ROMA - 19 marzo 2017  
     


Stupefacente successo del Congresso del Vespa Club d’Italia che si è svolto a Roma domenica 19 marzo.
Richiamati dall’esigenza di raggiungere il quorum del 60% delle presenze per la revisione dello Statuto, si sono presentati in persone fisiche o in delega 445 Vespa Club della Penisola. Con questa dimostrazione di aggregazione e dedizione all’Associazione si è visto quanto i Vespa Club abbiano a cuore il buon andamento delle attività. Dopo l’approvazione delle relazioni e del bilancio 2016 l’assemblea straordinaria ha approvato lo Statuto con larghissima maggioranza e quindi, con le regole dettate dal nuovo statuto, si è passati alle votazioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo per il prossimo quadriennio.
Sono stati eletti nel nuovo Consiglio Direttivo, in ordine di voti, Vittorio Vernazzano, Stefano Crociani, Frederik Rosso, Emanuele Petriglia, Mario Morgese, Enrico Martini, Roberto Leardi, Leonardo Pilati, Franco Benignetti, Giuliano Usai.
Nella prima e successiva riunione del neo costituito Consiglio è stato riconfermato nella carica di Presidente Roberto Leardi mentre le altre cariche sono rimandate alla riunione di Roma del 1 aprile.
Il Direttore Sportivo uscente Leonardo Pilati nella relazione di fine mandato ha fatto notare il grande sviluppo del movimento sportivo negli ultimi anni con il coinvolgimento dei giovani e con grandi numeri di partecipazione. Per il futuro se ricoprirà ancora la carica, intende portare avanti e consolidare il  movimento oltre a studiare dei momenti specifici per i giovani con convegni e corsi dedicati, oltre che ad iniziare a proporre delle categorie specifiche per Vespa Automatiche, perché ogni Vespa ha la sua epoca ed ogni epoca va bene per guidare una Vespa.

 

 
         
    CORSO DI GIMKANA 2017  
    NICOTERA - 12 febbraio 2017  
     


Trovare molti appassionati sportivi anche nelle regioni del sud Italia è sempre un piacere perché le tradizioni vespistiche sportive in quelle regioni sono molto importanti. Dopo tre anni di campionato regionale di Gimkana in Calabria, la regione ha richiesto un Corso specifico dove si sono ritrovati piloti e dirigenti di quei Vespa Club che hanno animato ed animeranno le manifestazioni sportive non solo regionali, ma anche delle regioni limitrofe come Puglia, Campania e Sicilia e speriamo, in un non lontano futuro, anche di regioni del centro e del nord Italia.
La Calabria fra l’altro, che ha visto passare dal suo territorio negli anni 50 e 60, molte edizioni del Giro dei Tre Mari, sta scoprendo anche la Regolarità in Vespa, che va a completare pienamente il quadro sportivo regionale.
Tornando al Corso di Gimkana esso si è svolto in giorno 12 febbraio scorso a Nicotera, cittadina in provincia di Vibo Valenzia con un panorama veramente stupendo sul mare. Dai suoi promontori a circa 220 metri sul livello del mare si possono vedere il porto di Gioia Tauro, le coste più a sud della Calabria, le coste della Sicilia, distintamente le isole Eolie e se giornata fortunata anche l’Etna in tutta la sua imponenza. Insomma un luogo veramente incantevole arroccato su un promontorio con vie e viuzze con pendenze veramente accentuate.
L’occasione dell’appuntamento ha permesso anche nella serata del sabato agli amici del Vespa Club Nicotera, con il Presidente Carmine Zappia in testa, di inaugurare la loro sede sociale. Nella stessa hanno trovato posto fasce di Club, trofei e targhe che il relativamente giovane Club ha raccolto nei suoi primi anni di vita, una sede che sarà certamente in futuro il punto di ritrovo dei vespisti della zona e farà crescere sempre più il movimento.
Tutti riuniti i partecipanti al Corso la domenica mattina alle 10 per la parte teorica tenuta dal Direttore Sportivo del Vespa Club d’Italia Leonardo Pilati con una introduzione del Presidente del Vespa Club Villa San Giovanni Pratticò che ha illustrato il progetto di attraversamento dello stretto con una Vespa applicata ad una imbarcazione appositamente predisposta.
Dopo la teoria apprezzata da tutti con la visione di molte foto a corredo delle spiegazioni, una pausa pranzo e quindi la pratica con la tracciatura di un percorso e la prova dello stesso con una piccola gara ed una classifica finale. Per la categoria Small si sono classificati nei primi tre posti rispettivamente Francesco Tortora,Giuseppe D’Aloi e Renato La Cava, mentre nella Large il primo è stato Domenico Rachele, il secondo Giovanni Schettino, ed il terzo Andrea Naccarato.

Consegnati anche i premi della stagione 2016 ai piloti che non li avevano ritirati alla premiazione di Verona e poi un saluto a tutti da parte del Direttore Sportivo Leonardo Pilati con un augurio che anche questa iniziativa contribuisca sempre più alla diffusione della Gimkana e dello Sport in Vespa.

 

 
         
    1a prova CAMPIONATO LOMBARDO GIMKANA - TROFEO FIERA DI LONATO 2017  
    LONATO - 15 gennaio 2017  
     


Una bellissima giornata di sole ha accolto ancora una volta i mitici concorrenti che al 15 di gennaio si sono ritrovati alla fiera di Lonato per disputare la ormai classica manifestazione di Gimkana che segna l’inizio dell’annata sportiva in Vespa. Oltre una trentina i piloti che sul terreno asciutto hanno potuto ampiamente esprimere le loro capacità di guida su un percorso discretamente tecnico come sempre gli organizzatori del Vespa Club Sirmione sanno fare.
La formula di questo trofeo Fiera di Lonato, unica manifestazione a proporla, è molto semplice, si sommano i tempi delle sue manche e chi ne ha di meno vince. E chi se non il più accreditato pilota presente poteva farlo: Stefano Miani del Castelfranco Emilia che è da un paio di stagioni il pilota più veloce in assoluto ed in questa occasione nella quale mancavano i suoi diretti avversari è andato per così dire a nozze. Il primo dei comuni mortali è risultato Leonardo Pilati del Rovereto che ha regolato Maurizio Spinazzi, per la prima volta con i colori di Milano, Marco Marini del Chiari e Luigi Mastantuono del Sirmione.
Naturalmente questi piloti erano tutti nella categoria Small, nella Large si è imposto Fabrizio Oliosi davanti a Benito Signori entrambi del Sirmione con al terzo posto Emanuele Agosti del Chiari.
La manifestazione era valevole anche come prima prova del Campionato regionale lombardo e si sono imposti nella Assoluta e nella Expert Maurizio Spinazzi, nella Large Benito Signori, nella Promo Simone Ardolfi, nella Esordienti Alice Signori e nella Squadre il Vespa Club Sirmione.

 

 
         
    PREMIAZIONI CAMPIONATI SPORTIVI 2016  
    MUSEO NICOLIS - 21 gennaio 2017  
     


Dopo una stagione sportiva importante come è stata quella del 2016 anche le premiazioni finali dei Campionati Sportivi e Storici non potevano che avere un epilogo di rilievo. La location per la prima volta è stata il Museo Nicolis di Villafranca di Verona, una struttura che racconta, attraverso centinaia di automobili, motociclette e biciclette, l’evoluzione dei mezzi di trasporto degli ultimi due secoli. Ma c’è anche molto di più in questo luogo, macchine fotografiche e per scrivere, strumenti musicali, oggetti introvabili.
La collaborazione tra il Museo Nicolis ed il mondo Vespa continua quindi con le premiazioni 2016, dopo che nell’anno scorso, si era svolta la mostra “Exhibition Vespa 70”, mostra che ha ottenuto grandi successi di pubblico e critica, sia a livello nazionale che internazionale.
La sala adiacente la terrazza al secondo piano della struttura in via Postumia a Villafranca di Verona, ha ospitato in modo eccezionale la premiazione alla quale sono intervenuti anche piloti e dirigenti da Calabria e Puglia, da Campania e Lazio, oltre che da Toscana, Marche e da tutte le regioni del nord senza eccezione alcuna.
Presente anche il Consiglio del Vespa Club d’Italia con il Direttore Sportivo Leonardo Pilati a capo della cerimonia, il Presidente Roberto Leardi ed il Conservatore del Registro Storico Vespa Luigi Frisinghelli a consegnare i premi e ad onorare i piloti che per tutta la stagione hanno animato le manifestazioni sportive in tutte le regioni d’Italia, dalla Sicilia al Friuli, dal Piemonte alla Puglia, portando così avanti quello Sport in Vespa che è per tradizione uno dei simboli del nostro Scooter.
Premiazioni per la prima volta del Campionato Audax e per giovani Under 18 delle loro neo nate categorie, prime premiazioni anche per i campionati regionali di Gimkana pugliese e laziale, e per quello marchigiano di regolarità, che vanno ad aggiungersi al gruppo degli altri vari campionati regionali.
Grazie a tutti quindi, alla Sig.ra Silvia Nicolis che ci ha ospitato nella sua struttura, grazie alle sue collaboratrici, in particolare alla Sig.ra Sara, e grazie ad Andrea Beghini, Benito Signori e Massimiliano Termini che hanno collaborato in modo determinante con la Direzione Sportiva all’allestimento della sala per l’esposizione e la consegna dei centinaia di premi.

FOTOGRAFIE

 

 
         
   CALENDARIO
   REGOLAMENTI
   MODULISTICA
   CLASSIFICHE
   FOTOGRAFIE
 

DIREZIONE SPORTIVA
VESPA CLUB D'ITALIA

   CONTATTI

   A TUTTA VESPA
   EVENTI
 

CONVENZIONI

   ASI MOTOCICLISMO
   F.M.I.
 

ARCHIVIO

   RESOCONTI
   ALBO D'ORO
 

VESPA CLUB D'ITALIA

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

www.vesparace.it - a cura del Direttore Sportivo del Vespa Club d'Italia LEONARDO PILATI 

 © Copyright 2011-2017 Leonardo Pilati